Mancini: "Spero che la serie A termini, il calcio può risollevare lo spirito della gente" - Toro.it

Mancini: “Spero che la serie A termini, il calcio può risollevare lo spirito della gente”

di Andrea Piva - 19 Aprile 2020

Il ct della Nazionale italiana, Roberto Mancini, in un’intervista al Corriere dello Sport si è detto favorevole al ritorno del calcio giocato

Il mondo del calcio è spaccato: da una parte c’è chi è favorevole a una ripresa del campionato e delle coppe, dall’altra che metterebbe subito la parola fine alla stagione in corso. Dalla parte dei primi c’è anche il ct della Nazionale, Roberto Mancini, come ha rivelato nel corso di un’intervista rilasciata al Corriere dello Sport. “Il coronavirus ha colto tutti di sorpresa ma bisogna trovare una soluzione per una tragedia mondiale: il calcio può risollevare lo spirito della gente, ha un valore sociale. Conta la salute, prima di tutto. Ma dopo così tanto tempo la vita deve riprendere per tutti, magari in modo diverso. La gente è stanca” ha dichiarato.

Mancini: “Il mondo del calcio non è stato colpito dal Coronavirus”

“Prima di tutto viene la salute – ha specificato Mancini nel corso dell’intervista – ma mi risulta che il mondo del calcio non sia stato colpito dal coronavirus. I casi li contiamo facilmente, soprattutto ad alto livello: venti giocatori in Serie A? E in B e in C? Se mi allargo all’attività mondiale, non mi sembra che i numeri aumentino. Secondo me lo sport di contatto non è pericoloso, almeno osservando i numeri“.

Una volta stabilito che i cinquecento giocatori impegnati in serie A sono immuni e guariti, non ci saranno più rischi e pericoli. Mi auguro che il calcio riparta e aiuti il Paese a riprendersi. Spero che la A si concluda ed esprima i suoi verdetti, al resto penserò dopo” ha poi concluso Mancini. Tra coloro che hanno idee opposte a quelle del ct c’è il presidente del Brescia, Massimo Cellino, che ha rivelato di essere stato contagiato dal Coronavirus.

Roberto Mancini
Roberto Mancini, ct della Nazionale