Venezia, gli ultras: niente rimborso degli abbonamenti, soldi agli ospedali

Venezia, gli ultras rinunciano al rimborso dell’abbonamento: “Soldi agli ospedali”

di Francesco Vittonetto - 31 Marzo 2020

L’iniziativa degli ultras del Venezia: qualora la società procedesse ai rimborsi, la cifra sarebbe devoluta agli ospedali in lotta contro il coronavirus

“Qualora la società del Venezia F.C. decidesse di rimborsare ai propri tifosi abbonati per l’anno 2019-2020 il costo delle partite non giocate a causa del Covid-19, la cifra sarà interamente devoluta agli ospedali dell’ULSS 3 come sostegno in questo difficile momento”. Lo scrive un gruppo ultras del club lagunare sulla propria pagina Facebook, lanciando l’iniziativa benefica per sostenere medici e infermieri in prima linea per combattere l’epidemia di coronavirus. Dunque niente rimborsi ma fondi per l’azienda sanitaria locale.

Il commento del club al gesto dei tifosi

E sulle colonne del Gazzettino ha commentato il gesto il direttore generale del Venezia Dante Scibilia: “Apprezziamo davvero che i tifosi si siano mossi in questa direzione. Non conoscendo però gli sviluppi della stagione calcistica, oggi è tecnicamente complicato ipotizzare qualsiasi ipotesi di rimborso o altre soluzioni per i nostri abbonati.

Innanzitutto perché non sappiamo nemmeno se i tifosi alla fine avranno perso solo le due partite con Cosenza e Crotone o chissà quante altre delle cinque restanti. Stiamo alla finestra dopo aver, in maniera coordinata con tutti gli altri club delle Lega B, contribuito più che volentieri all’acquisto di 20 respiratori donati al altrettante strutture ospedaliere e ad aver raccolto fondi”.

Il gruppo Curva Sud VeneziaMestre Michael Groppello ha deciso che, qualora la società del Venezia F.C decidesse di…

Pubblicato da Curva Sud VeneziaMestre 1987 su Giovedì 26 marzo 2020