Coppitelli: “Complimenti ai ragazzi, la squadra ha grandi valori morali”

di Andrea Flora - 24 Aprile 2019

Coppitelli commenta il recupero di campionato giocato contro il Napoli e terminato 5-2 che permette al Torino di salire al terzo posto della classifica

Al termine del recupero di campionato giocato quest’oggi a Grugliasco dalla Primavera del Torino contro il Napoli, partita finita col risultato netto di 5-2 per i granata, Federico Coppitelli commenta così il risultato: “Devo fare i complimenti ai ragazzi, sapevamo tutti da dove venivamo e abbiamo risposto molto bene anche nei momenti di difficoltà siamo riusciti a reagire, dopo quei due gol fuori contesto siamo riusciti a farne altri tre, questo è sintomo di una squadra con grandi valori morali”. Coppitelli ha proseguito dicendo: “Vanno fatti due discorsi su venerdì scorso, io mi sono sforzato visti i sentimenti che provavo visto il risultato preso a casa mia e quindi mi è stato facile trasmettere determinati valori ai ragazzi, il problema era che non siamo entrati in campo, proprio non c’eravamo. L’altro punto era che noi non avevamo ancora mai avuto degli appannamenti e dei momenti così nel corso dell’anno”.

Coppitelli: “Millico e Ferigra esempi dello spirito della squadra”

Prosegue l’analisi di Federico Coppitelli al termine della vittoria per 5-2 nel recupero contro il Napoli: “Vogliamo e possiamo raggiungere la prima posizione, ma non possiamo pensare di arrivarci a strada spianata, ci sarà sempre qualcuno che corre più veloce di noi, ad oggi dobbiamo continuare a correre e un passo alla volta possiamo anche arrivare davanti a tutti. Oggi siamo terzi, significa che i momenti di buio che abbiamo attraversato noi li hanno attraversati tutti, chi prima, chi dopo; nella difficoltà ci siamo un po’ sfibrati e questo non deve accadere”. Il ritorno di Millico e i play off alla finestra: “Era importante che Millico tornasse per lo spirito della squadra, e questo spirito lo devono incarnare tutti i giocatori che indossano la nostra maglia. Importanti ragazzi come Ferigra e Millico che sono da traino per tutta la squadra per quello che stanno facendo e come stanno crescendo. Il nostro percorso è positivo e accettiamo qualsiasi posizione di campionato raggiungeremo alla fine”.

Coppitelli: “Il nostro giocatore più importante è la squadra”

Continuando ad analizzare il post partita di Torino-Napoli, Coppitelli fa un discorso più ampio che vuole essere una sorta di sintesi del momento vissuto dalla sua squadra: “Garetto un Beretti oggi ha giocato e ha dato il massimo, questo deve essere d’esempio per tutti. Non ci sono giocatori più importanti di altri, il nostro giocatore più importarte è la squadra, se manca l’unione e giochiamo con individualità, perdiamo”. Sui gol subiti contro il Napoli, Coppitelli dà la propria “scala delle pene” per questi errori individuali sui gol: “Con i ragazzi guardando le reti subite scherzo dicendo “questo è da ergastolo”, “questo è da 10 anni di reclusione”; quelli presi col Napoli possono entrare in queste casistiche. Ovviamente una squadra come la nostra non può prendere dei gol del genere, ma finchè c’è la voglia e la reazione come visto quest’oggi, anche i gol presi col Napoli vanno bene”.

più nuovi più vecchi
Notificami
tric
Utente
tric

Però, così, a prima vista, non mi pare che fra i giocatori ci sia quell’amicizia che dovrebbe essere alla base dei successi. La freddezza di alcuni dopo i gol, poca o nulla testimonianza di gioia per il rientro di un compagno infortunato mi hanno lasciato un po’ perplesso.

leonardo (Cairo,le scuse sono finite)
Utente
leonardo (Cairo,le scuse sono finite)

L’infortunio di Vincenzo ha tolto più di quello che non si pensasse…anche dal punto di vista mentale…ora…aspettando ancora un po x vederlo in condizione…credo che presto rivedremo il bel TORO ammirato quest’anno….un Po di pazienza ancora mister..