Coppitelli: “Millico? Sono un allenatore fortunato. La strada è quella giusta”

di Francesco Vittonetto - 8 Dicembre 2018

Il tecnico del Torino Primavera, Federico Coppitelli, ha commentato la vittoria dei suoi sul campo del Chievo: “Col Milan la svolta. Bravo De Angelis”

E’ soddisfatto, Federico Coppitelli. E non potrebbe essere altrimenti, visto il trionfo sul campo del Chievo per 4-1 che ha segnato la sesta vittoria consecutiva del suo Torino Primavera: “E’ qualcosa di speciale e importante. Ovviamente ci sono state delle cose che si potevano fare meglio, anche se non è facile trovarle tutte, perché il percorso intrapreso è quello corretto”, ha commentato a caldo il tecnico laziale. Che poi ha proseguito: “Lo dico spesso, secondo me dopo l’inizio e la partita con il Milan – che è stata molto particolare – si è evidenziato che quando noi non facciamo le cose che abbiamo in mento facciamo fatica con tutti. Poi subiamo sconfitte meritate, come quella contro i rossoneri. I giocatori da lì hanno capito che è importante trovare gli equilibri tra gli obiettivi individuali e quelli di squadra, e dunque che serve avere la capacità di sacrificarsi: non tutti possono fare la giocata decisiva, anche se uno ci sta riuscendo (Millico, ndr)”.

Primavera, Coppitelli sull’Atalanta: “Ci arriviamo con umiltà e consapevolezza”

Proprio a proposito di Millico, autore di una tripletta, Coppitelli commenta: “Io sono un allenatore fortunato. Da quando alleno ho sempre avuto se non il capocannoniere almeno giocatori che hanno fatto tanti gol, penso a Butic e De Luca, ma anche a Scamacca. Vincenzo sta incidendo tantissimo, riesce a ricavare il massimo dal lavoro della squadra. Sono bravi anche i compagni a trovare il giusto compromesso, perché lui è un accentratore. Faccio i complimenti anche a De Angelis che ha fatto una grande partita come contro la Roma. Lui come Rauti e altri si devono sacrificare molto per coprire la pericolosità offensiva di Millico”.

Poi, una battuta sulla prossima sfida, contro l’Atalanta capolista: “Noi lavoriamo sempre tanto durante la settimana, non ci saranno grandi variazioni. Sappiamo che andiamo ad affrontare la più forte di questo girone. Ci andiamo con umiltà e conoscenza nei nostri mezzi, in positivo e in negativo”. Infine Coppitelli commenta i grandi numeri della sua difesa, la seconda migliore del torneo: “Il segreto sta nell’equilibrio, che significa avere un rapporto occasioni create e concesse sempre positivo, non fare 0-0 o vincere 1-0”.

più nuovi più vecchi
Notificami
Giankjc (La tragedia non è morire, ma dimenticare.)
Utente
Giankjc (La tragedia non è morire, ma dimenticare.)

Sempre bravo, oramai sei un ultraconferma.
Solo applausi.

Pedric
Utente
Pedric

Grazie mister, ci stiamo abituando troppo bene. Par di sognare. Congratulazioni a tutto il Gruppo.

X