Coppitelli: “Millico? Sono un allenatore fortunato. La strada è quella giusta”

2
Federico Coppitelli
Federico Coppitelli, Torino (ph Campo)

Il tecnico del Torino Primavera, Federico Coppitelli, ha commentato la vittoria dei suoi sul campo del Chievo: “Col Milan la svolta. Bravo De Angelis”

E’ soddisfatto, Federico Coppitelli. E non potrebbe essere altrimenti, visto il trionfo sul campo del Chievo per 4-1 che ha segnato la sesta vittoria consecutiva del suo Torino Primavera: “E’ qualcosa di speciale e importante. Ovviamente ci sono state delle cose che si potevano fare meglio, anche se non è facile trovarle tutte, perché il percorso intrapreso è quello corretto”, ha commentato a caldo il tecnico laziale. Che poi ha proseguito: “Lo dico spesso, secondo me dopo l’inizio e la partita con il Milan – che è stata molto particolare – si è evidenziato che quando noi non facciamo le cose che abbiamo in mento facciamo fatica con tutti. Poi subiamo sconfitte meritate, come quella contro i rossoneri. I giocatori da lì hanno capito che è importante trovare gli equilibri tra gli obiettivi individuali e quelli di squadra, e dunque che serve avere la capacità di sacrificarsi: non tutti possono fare la giocata decisiva, anche se uno ci sta riuscendo (Millico, ndr)”.

Primavera, Coppitelli sull’Atalanta: “Ci arriviamo con umiltà e consapevolezza”

Proprio a proposito di Millico, autore di una tripletta, Coppitelli commenta: “Io sono un allenatore fortunato. Da quando alleno ho sempre avuto se non il capocannoniere almeno giocatori che hanno fatto tanti gol, penso a Butic e De Luca, ma anche a Scamacca. Vincenzo sta incidendo tantissimo, riesce a ricavare il massimo dal lavoro della squadra. Sono bravi anche i compagni a trovare il giusto compromesso, perché lui è un accentratore. Faccio i complimenti anche a De Angelis che ha fatto una grande partita come contro la Roma. Lui come Rauti e altri si devono sacrificare molto per coprire la pericolosità offensiva di Millico”.

Poi, una battuta sulla prossima sfida, contro l’Atalanta capolista: “Noi lavoriamo sempre tanto durante la settimana, non ci saranno grandi variazioni. Sappiamo che andiamo ad affrontare la più forte di questo girone. Ci andiamo con umiltà e conoscenza nei nostri mezzi, in positivo e in negativo”. Infine Coppitelli commenta i grandi numeri della sua difesa, la seconda migliore del torneo: “Il segreto sta nell’equilibrio, che significa avere un rapporto occasioni create e concesse sempre positivo, non fare 0-0 o vincere 1-0”.

più nuovi più vecchi
Notificami
Giankjc (una testa di ghisa si fida solo di soldatini dai piedi di ferro)
Utente
Giankjc (una testa di ghisa si fida solo di soldatini dai piedi di ferro)

Sempre bravo, oramai sei un ultraconferma.
Solo applausi.

Pedric
Utente
Pedric

Grazie mister, ci stiamo abituando troppo bene. Par di sognare. Congratulazioni a tutto il Gruppo.