Coppitelli: “Ora voglio vincere la finale. Il triplete? Non pensiamoci”

di Veronica Guariso - 6 Marzo 2019

Le dichiarazioni di Coppitelli dopo il 2-0 del Toro contro l’Atalanta, che permette ai granata di accedere alla finale di Coppa Italia contro la Fiorentina

Grande soddisfazione per Coppitelli ed il suo Torino, che è tornato alla vittoria, aggiudicandosi il posto in ballo per la finale di Coppa Italia Primavera, vincendo contro l’Atalanta per 2-0. “Oggi sono tanto contento. È un traguardo profondo, non è una banalità andare due anni di fila in finale di Coppa. Con l’Atalanta si è chiuso un cerchio: l’anno scorso la prima partita di campionato al Filadelfia loro erano venuti qua e c’era un dislivello alto. Oggi invece abbiamo fatto bene, devo fare i complimenti ai ragazzi. Stiamo facendo una stagione pazzesca. Il bilancio con l’Atalanta quest’anno è di una vittoria a testa è un pareggio, credo sia giusto così. Anche all’andata non meritavamo di perdere”, queste le parole del tecnico della Primavera granata, decisamente soddisfatto.

Coppitelli: “Per Ferigra solo una botta mentre per Kone si vedrà”

Coppitelli ha poi parlato delle condizioni dei suoi giocatori, che non sono al meglio. In particolare si e concentrato su Ferigra e Kone, per poi spendere qualche parola anche per Millico. “Per Ferigra dovrebbe essere una botta molto dolorosa, mentre su Kone ora vedremo, è probabilmente un problema muscolare. Lui non voleva uscire all’inizio poi l’ho tolto. Ha giocato bene oggi.
La Fiorentina è una squadra forte, sappiamo che le finali sono partite particolari, tipo quella di oggi. Il recupero di Millico? Vediamo giorno dopo giorno come sta, siamo border line. Dobbiamo vedere come reagisce il suo fisico.
“, queste le parole del tecnico.

Coppitelli: “Il triplete? Se ci pensiamo ci facciamo del male”

Coppitelli ha poi parlato degli impegni futuri e delle ambizioni di quest’anno che non devono cambiare.”Al Viareggio non andiamo in vacanza ma andiamo con la giusta ambizione. Purtroppo ci mancheranno diversi giocatori che saranno in nazionale. Almeno all’inizio daremo tanto spazio ai giocatori della Berretti per sopperire. Il triplete? Se ci pensiamo ci facciamo male. La finale di Coppa è una conferma, certo è che ora voglia vincerla, in campionato dobbiamo essere in alto fino alla fine e se arriviamo tra le prime due meglio.“, queste le parole del tecnico, che vuole mantenere la rotta fino alla fine.

più nuovi più vecchi
Notificami
GranataDentro
Utente
GranataDentro

faccio mio un titolo di un giornale: Battuto il modello atalanta.
sia con la prima squadra che con la primavera. Il tanto e giustamente decantato progetto Atalanta. stiamocrescendo in tutti gli ambiti. c’è ottimismo. Sia chiaro, non abbiamo concluso ancora nulla. tutto è da decidere, ma la strada è quella giusta!

leonardo (Cairo,le scuse sono finite)
Utente
leonardo (Cairo,le scuse sono finite)

Grandissimi….applausi a tutti….

tarzan_annoni
Utente
tarzan_annoni

Carismatico, preparato, gran motivatore e persona seria. Anche nelle interviste mai banale e scontato e mai pagliaccesco. Gli auguro grandi cose

madde71
Utente
madde71

oltretutta sa focalizzare e ha grande concentrazione