Le dichiarazioni del tecnico granata Federico Coppitelli dopo la sfida tra il Toro Primavera e l’Atalanta, terminata 1-2 a favore della Dea

Non basta l’atteggiamento giusto ai granata di Coppitelli, che cadono pagando gli errori individuali contro l’Atalanta per 1-2, totalizzando la settima sconfitta consecutiva. Il tecnico del Torino commenta così il match e la prestazione dei suoi: “Abbiamo fatto un mini-percorso in queste quatto partite. Ai ragazzi posso rimproverare il primo tempo col Milan dove potevano fare meglio. Questo sport che tutti noi amiamo è relativo, perchè c’è quello che fa l’avversario che può inficiare la prestazione della squadra. Oggi non ho nulla da dire ai ragazzi. La gestione degli episodi inizia ad essere un fattore. Nel mio percorso qua, abbiamo fatto due gol da soli, abbiamo sbagliato de rigori. Sono piccole cose che pesano. Il rapporto occasioni create-gol fatti e occasioni concesse-gol subiti vede qualcosa che non va”.

Coppitelli: “Abbiamo lavorato in crescendo”

Sui portieri e la gestione della partita: “Sava non mi sembrava sereno dopo il Milan. Girelli è un buon portiere che non ho mai visto e mis embrava giusto dargli una possibilità. Nel mio percorso qua, abbiamo lavorato in crescendo. Oggi secondo me si è visto il Toro. Chi veniva a vedere le squadre con maglie diverse, avrebbe riconsociuto qual era il Toro ed una cosa importante. Purtroppo a livello di risultati non è acnora avvenuto, però alla base c’è questo e si vede. I ragazzi sono stati bravi. Quando gli si dice di non avere paura hanno giocato. Questo è il Toro. Ho chiesto loro venti tiri in porta e sono arrivati. La gestione degli episodi resta un aspetto difficilmente allenabile. É difficile perchè noi alcune volte diamo l’idea di essere non poco solidi, ma non siusciamo a gestire al meglio alcuni piccoli dettagli. Dobbiamo crescere ma non ho nulla da dire ai ragazzi sulla prestazione“.

Coppitelli: “Karamoko è forte per la categoria e ci darà una mano”

Su Karamoko e i giovani: “Karamoko nella categoria è forte, è un giocatore che sposta gli equilibri e ci darà una mano. I punti sono stati fatti con lui in campo. La Marca è un acquisto. Io credo che l’Under 18 sia una categoria bellissima che però non deve fungere da magnete per i 2003. Gli atlri ci giocano. Noi ne abbiamo qulacuno bravo ed è giusto che giochi in Primavera a discapito dell’Under 18. Sono freschi, bravi, ben allenati e secono me possono darci una mano. Rimane ramamrico perchè come è stato con Sassuolo, Spal, si sono persi punit. Forse oggi il pareggio st3ava stretto però va bene. Poi ci sono volte come a Milano dove ti esprimi peggio degli altri e perdi quindi incide la gestione degli episodi, che diventa importante”.

Coppitelli: “Abbiamo chiara la nostra identità. Non mi preoccupa il nostro percorso”

A Torino Channel, il tecnico commenta così il match: “Questa partita è un boccone troppo amaro da digerire. Abbiamo creato dieci palle gol, creato venti tiri in porta, abbiamo concesso pochissimo a loro e preso quasi niente. Diventa difficile da commentare. Noi abbiamo fatto autogol, sbagliato un rigore. Il loro secondo gol è stato casuale e fuori contesto. É una partita difficile da analizzare se non fosse in un contesto negativo. Noi abbiamo la nostra identità. Abbiamo sbagliato un tempo con il Milan ma oggi, con Sassuolo e con la Spal posso rimproverare poco ai ragazzi. Dobbiamo continuare su questa strada e sperare che in futuro gli episodi possano girare diversamente. Non ho preoccupazione sull’identità e sul percorso che stiamo facendo. Vorrei slegar eil problema di risultato che ci tiene bassi anche sull’umore. Per il resto, qualche problema di gestione degli episodi c’è. Da quando sono qui, ho preso un gol da 35 metri col Sassuolo, un autogol, uno su calcio piazzato, due gol ce li siamo fatti da soli e delle gicoate individuali fuori contesto. Errori pochi. La Marca? Potrà dare qualcosa in più anche a livello di freschezza mentale.”

Federico Coppitelli, ex allenatore Primavera Torino
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 25-04-2021


Primavera, le pagelle di Torino-Atalanta: Coppitelli chiede aiuto ai 2003, Cancello sbaglia un rigore

Primavera, contro l’Empoli l’ultimo treno per la salvezza