Le parole del tecnico della Primavera granata Federico Coppitelli dopo la vittoria dei suoi contro il Milan al Filadelfia

A commentare la prestazione dei granata al Filadelfia, con la Primavera vittoriosa ancora una volta contro il Milan, è Federico Coppitelli, che oggi può festeggiare un successo che avvicina i suoi ragazzi al traguardo playoff. La vittoria di oggi, in attesa del recupero contro la Fiorentina, infatti, proietta i granata proprio davanti ai rossoneri classifica ed è un traguardo eccezionale per gli uomini di Coppitelli che commenta così la prestazione al Filadelfia: “Credi ce per fare tanti punti come quelli che abbiamo fatto noi servano tutte le componenti. Oggi dal punto di vita del gioco non è stata una delle nostre migliori prestazioni nè mi sembra fossimo brillanti sotto tutti i punti di vista. Cosa ampiamente pronosticabile: basta vedere quanti giocatori hanno cambiato loro rispetto alla finale e quanti noi, cioè nessuno. Questo per far capire quanto stiamo spremendo le risorse e ci sta che oggi qualcuno non fosse al cento per cento. Però dentro una partita così non è che ci stavano assediando. Certo abbiamo un po’ subito dopo il gol ma poi abbiamo tirato fuori una grande prestazione“.

Coppitelli: “Questi ragazzi hanno già fatto tantissimo”

Io penso che se noi perdiamo quell’entusiasmo e quella leggerezza di prendere i playoff e diciamo dobbiamo arrivare ai playoff è sbagliato. Io credo che già il fatto che non dobbiamo guardarci dietro per me è tanto. Loro hanno giocato tante partite con Paletta, la Juventus con Piazza: noi è molto quello che abbiamo fatto ed è chiaro che siamo arrivati in questo momento con grande tranquillità. Questo è lo stato d’animo che dobbiamo avere: serenità perchè adesso incontreremo la Fiorentina che credo sia una delle formazioni più importanti. Per me è già un grande traguardo quello che stanno facendo questi ragazzi, abbiamo battuto tre volte il Milan e penso sia una cosa bellissima”.

Coppitelli: “I playoff? Ci punteremo con ambizione ma anche con serenità”

Vedremo dove ci porterà tutto questo: se non arriveremo ai playoff vuol dire che anche se ci fossimo andati avremmo fatto una partita. Se ci arriveremo ci giocheremo le nostre carte. Quello che abbiamo visto oggi, la cornice che c’era, il Presidente è già importante. Dove arriveremo secondo me è importante, ci puntiamo con ambizione ma anche con serenità perchè è quella che ci ha fatto fare 6 punti tra Inter e Milan. Fiordaliso? Credo si sia spaventato perchè aveva già avuto una distorsione. Secondo me comunque non è niente di grave. Di Valerio sono contentissimo, già che si ricorda le regole visto che era tanto che non giocava (ride ndr). Lui è un ragazzo intelligentissimo sia fuori che dentro al campo e mi serviva un giocatore così contro di loro. Sono molto contento.

Coppitelli: “La società ha la sua agenda ma ne parleremo”

Infine, per Coppitelli comincia ad essere anche il momento di parlare del suo futuro al Toro: “Io penso che la società abbia la sua agenda e quando sarò chiamato a confrontarmi ne parleremo“.

 


Primavera, i risultati: è grande Toro! Ora è quinto in classifica

Tre fratelli nel calcio e una madre campionessa in Sudamerica: ecco chi è Domenico Coppola