Coppitelli dopo Torino-Inter: “Questo è un gruppo maturo”

di Francesco Vittonetto - 22 Dicembre 2018

Le parole di Federico Coppitelli al termine di Torino-Inter Primavera, terminata 4-0 per i granata: grande prestazione del Toro

Termina 4-0, Torino-Inter Primavera. E allora Federico Coppitelli può essere soddisfatto. “Il risultato non rispecchia esattamente la gara, abbiamo sofferto per alcuni tratti. Tecnicamente loro avevano grandi attaccanti, grandi giocatori, ci sta di soffrire e di fare la partita che abbiamo fatto”, esordisce l’allenatore granata nel dopogara, “questo è un gruppo maturo, oggi è stato capace di reagire a qualche assenza. Quasi mai ho perso giocatori per infortunio in questo campionato, oggi è successo ma siamo stati bravi a reagire”. Sulla convocazione di Gemello in prima squadra: “E’ giusto così. Le squadre oggi lavorano con tre portieri ed è giusto che vada Gemello. Ora non si parte più con sedici giocatori nelle prime squadre, la Primavera è diventato un campionato di prima squadra. Ci aspetta una seconda parte dell’anno con 25 partite, tra tutte le competizioni: è molto difficile avere giocatori nel mezzo tra prima squadra e giovanili. Certo che Trombini all’inizio non mi dava la stessa sicurezza: ha fatto un paio di errori, ma non abbiamo preso gol”

Primavera, Coppitelli dopo Torino-Inter 4-0

Coppitelli prosegue poi parlando di Ferigra: “Nelle ultime partite aveva evidenziato qualche problema al pube, oggi si è poi bloccato completamente. E’ un’infiammazione probabilmente, lui soffre quando si cambiano tanti sintetici”. Su Capone, entrato per sostituire il capitano: “Marco è una certezza. Era partito male quest’anno, ma piano piano ho voluto farlo rientrare. E’ un ragazzo eccezionale, non avevo dubbi. Ora sono tre centrali forti, perché Sportelli ha fanno un grande percorso di miglioramento. il campionato sarà lungo e ci sarà spazio per tutti”. Sulla sosta: “Vorrei giocarle tutte oggi (ride, ndr), ma ci sta ricaricare un attimo le batterie. Quando torniamo dobbiamo ricordarci chi siamo e riprendere il percorso”.

Sulla mentalità del suo Torino Primavera. “Dobbiamo difendere tutti, se no prendiamo gol. Noi siamo questi: facciamo delle cose bene e abbiamo delle qualità, ma a volte pecchiamo nella gestione delle partite. Oggi abbiamo fatto molto bene all’inizio, poi abbiamo gestito male la palla: questo dobbiamo migliorare. E allora è giusto difendersi, poi con Rauti che ti prende la profondità 80 volte a tempo… Quando abbiamo capito chi siamo e cosa vogliamo siamo stati in grado di vincere contro Inter e Roma, però dall’altro lato siamo stati gli unici a perdere in casa del Milan: dobbiamo rimanere equilibrati”.

Coppitelli commenta la vittoria del Torino Primavera sull’Inter per 4-0

Ancora Coppitelli: “I giocatori devono essere pronti al salto: se in prima squadra andranno con la mentalità da settore giovanile faranno i “numeri”, il ventunesimo o ventiduesimo, se ci vanno con questa mentalità se la possono giocare. Secondo me molti di loro possono fare bene anche in una prima squadra, siamo una squadra matura”. Poi sulla squadra: “Se giochiamo a qualità perdiamo contro l’Inter o la Roma, se giochiamo da squadra si rimette tutto in discussione”. Sulle prospettive al rientro dalla sosta: “Più tu fai bene, più gli altri si impegnano. Basti vedere contro l’Atalanta, ci hanno affrontato da pari grado, alzando anche i toni agonistici della gara, cosa che non hanno fatto le altre volte che ci hanno affrontato. L’anno scorso quando sono venuti qui hanno giocato solo con la suola, ora ci rispettano”

Coppitelli prosegue: “Noi non manifestiamo una grande superiorità, non possiamo pensare di essere più forti degli altri: se giochiamo in un certo modo, con equilibrio, possiamo battere chiunque. Ora quanti punti abbiamo? 29, siamo praticamente salvi. Possiamo andare avanti in Coppa Italia, nonostante il Verona sia una squadra forte. Sarà tutto sempre più difficile: dobbiamo fare ancora meglio, per non incontrare troppe difficoltà”. 

 

più nuovi più vecchi
Notificami
Pedric
Utente
Pedric

Complimenti mister, vi seguo con grande attenzione e orgoglio. Siete sulla buona strada e solo la dea ci è al momento superiore, ma ce la possiamo giocare anche con loro. Il sogno quest’anno è possibile.

claudio sala
Utente
claudio sala

Complimenti mister, qui la mentalità e la qualità si vedono e Millico serve come il pane a Belotti.

X