La Primavera di Coppitelli lotta per consolidare il secondo posto, in attesa delle ultime novità sul mercato. I granata mirano alla Juventus

È lotta per il secondo posto. Lotta serrata, serratissima. Domani, alle 14.30, andrà di scena al “Don Mosso” una delle partite più importanti per il Torino Primavera. Di quelle che possono, se non decidere, quanto meno indirizzare un’intera stagione. La squadra di Coppitelli è chiamata alla prova di maturità, dimostrare in primis di essere in costante crescita e di essere riuscita, in via definitiva, a dare il giusto seguito a un ciclo così denso di emozioni come quello conclusosi lo scorso anno con Moreno Longo.

Un’eredità pesante, quella del tecnico ora alla Pro Vercelli, che il suo successore ha saputo raccogliere ma gestire alla grande. Squadra giovane, diversa, ma idee tattiche chiare, che hanno permesso di saper gestire i momenti di difficoltà soprattutto del mese di dicembre. Il 2017 è ripartito con due vittorie fondamentali, contro Cittadella e Avellino, che hanno permesso al Toro di raggiungere a quota 31 il Chievo (settimana scorsa fermato dall’Empoli con il risultato finale di 2-2). E adesso ci saranno proprio loro, i clivensi, che affronteranno i granata con il coltello tra i denti ma in traserta, sapendo benissimo che, come per la squadra di Coppitelli, anche quella di D’Anna dovrà non perdere posizione, l’ultima per poter accedere direttamente alla Final Eight.

Entrambe le compagini distano 3 punti dalla Juventus (impegnata in casa del Bari, scontro non proibitivo ma nemmeno da sottovalutare), ma il rendimento del Toro in questo momento sembra migliore. Intanto, mentre Coppiteli si prepara a questa importante sfida, Bava parallelamente lavora per definire il mercato. Arrivati Toffanari e Melle (due ruoli chiave richiesti: terzino e centrocampista), il dirigente si sta preoccupando di sfoltire la rosa, con Osei e Benedetti a un passo dall’addio, in direzione Vercelli e Taranto. È anche partito Braidich (verso il Renate), potrebbe arrivare un sostituto dell’attaccante, come di Kouakou, ceduto al Carpi. Gli ultimi giorni saranno decisivi per rendere questa squadra più competitiva, e lottare per le primissime posizioni.


2 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
puliciclone
puliciclone(@puliciclone)
4 anni fa

Benissimo ragazzi Avanti così.
E un grazie a Messicoenuvole x le due notizie…sempre aggiornatissime.
F.V.C.G.

Messicoenuvole
Messicoenuvole(@messicoenuvole)
4 anni fa

CAVALLERA AL TORINO. Ancora un colpo per Bava che prende dal Bra il giovane difensore Valentin CAVALLERA (2000). Il ragazzo arriva in prestito e sarà aggregato agli Under di Sesia. Nasce come centrocampista centrale, ma poi viene arretrato in difesa dimostrando grande attitudine al ruolo ed ottima affidabilità. Nell’annata è… Leggi il resto »

Toro, 8 giovani granata convocati in Nazionale

Campionato Primavera, stop per il Torino: ora è terzo