Primavera, l’arbitro lascia il Filadelfia sulla volante della polizia

53

Lunghissimo momento di tensione al Filadelfia dopo la partita contro il Verona: al Torino non va giù la direzione arbitrale, rissa al termine della gara

Doveva essere un bel pomeriggio di calcio, si è trasformato in un momento di vera tensione. Al termine di Torino-Verona, gara che ha visto i granata uscire sconfitti per 2-1, è successo davvero di tutto: mega rissa in campo, con tutti i giocatori coinvolti. Federico Coppitelli, allenatore della squadra granata, è stato accompagnato a forza fuori dal terreno di gioco: è stato espulso anche un terzo giocatore del Toro, probabilmente D’Alena. Nessuno si è per fortuna fatto male. Causa scatenante dell’episodio è stata la direzione arbitrale di De Remigis (sezione di Teramo), che ha espulso due giocatori del Toro, con decisioni giudicate piuttosto dubbie da parte di tifosi e giornalisti presenti sugli spalti.

E proprio dagli spalti è capitato ancora di più: numerosissimi sono infatti i tifosi che si sono sporti dalla balaustra per inveire contro l’arbitro, al rientro negli spogliatoi.Ma non solo: a far innervosire ulteriormente il pubblico è stata l’esultanza di Porta, tecnico del Verona, che al secondo gol ha festeggiato insieme alla squadra il gol. Un brutto momento, con la tensione che ancora adesso non si è del tutto placata. Non è sicuramente un bel pomeriggio per il Torino primavera, che non solo perde la partita ma anche due giocatori in vista del derby in programma alla ripresa, dopo la pausa delle Nazionali. Con tantissima tensione da smaltire, prima di affrontare i bianconeri. Si sono sedati gli animi, ma il clima resta teso. Arriva anche la Polizia al Filadelfia: scorterà squadra e arbitro.

Alle 17.40 il bus del Verona lascia il Filadelfia, mentre mezz’ora dopo anche il direttore di gara, il signor De Remigis, va via dall’impianto su una volante della polizia.

53 Commenti

  1. L’immagine più romantica è essere stato di fianco a un vecchietto che sputa in faccia a Cuccureddu con ancora la vecchia rete da giardino che separava il tunnel dal corridoio della tribuna. Un tifoso granata non lascerà mai infamare quello stadio.GRAZIE

    • Ora… Pupi era amico di Cuccureddu… han fatto la naia insieme, però non si sognavano di andare a cena insieme o di abbracciarsi nei derby perché avevano rispetto dei loro tifosi e “onoravano” la rivalità cittadina.

  2. Mi sento solo di dire una cosa: riempiamo il Fila nelle partite dei ragazzi; facciamo sentire loro il senso dell’appartenenza. Partiamo dal Fila, ricreiamo quella simbiosi che portò in passata i calciatori a tifare la maglia. L’episodio di ieri per me è importantissimo nel cercare di riaccendere la scintilla che anni di “omeopatia” granata aveva spento o annacquato. Il piccolo nuovo Fila che ruggisce all’ingiustizia è roba da Toro caro @Maroso (Maldo), non roba di cui vergognarsi. E’ roba da granata al soldo di nessuno. Bentornato Fila! Ci sei mancato…

  3. Meglio che ci sia il derby. Tanto affrontarlo con i titolari o le riserve le prendiamo lo stesso, come con la prima squadra. Quindi avanti così, tanto questa nuova formula ci mettterà nelle stesse condizioni della prima squadra, navigheremo al xentro classifica

  4. Finalmente calcio, si perché il calcio é fatto anche di risse a fine partita e conseguente scorta della squadra ospite ed arbitro, può fare storcere il naso ai benpensanti, lo preferisco alle nn esultanza al gol dell’ ex , ai giocatori tatuati come se fossero guerrieri di tribu’ lontane che affrontano la battaglia decisiva per la sopravvivenza ma che in realtà passano ore dall’ estetista tra cerette, lampade , e pinzette per sopraciglia, ad un faraone che nn esulta al gol al Milan preferisco un Cantona che prende a pugni un tifoso che lo insulta, perché? È più vero Cantona di EL Sharawy. È un calcio ipocrita quello di oggi , ma il calcio é anche determinazione , tensione, adrenalina difficile da controllare prima, durante e dopo la partita , I’ istinto manifestato dai protagonisti esalta il pubblico il controllo lo annichelisce. Saremo decimati al derby e il FILA verrà squalificato , ma il segnale è stato lanciato, al FILA

    • Finalmente calcio, si perché il calcio é fatto anche di risse a fine partita e conseguente scorta della squadra ospite ed arbitro, può fare storcere il naso ai benpensanti, lo preferisco alle nn esultanza al gol dell’ ex , ai giocatori tatuati come se fossero guerrieri di tribu’ lontane che affrontano la battaglia decisiva per la sopravvivenza ma che in realtà passano ore dall’ estetista tra cerette, lampade , e pinzette per sopraciglia, ad un faraone che nn esulta al gol al Milan preferisco un Cantona che prende a pugni un tifoso che lo insulta, perché? È più vero Cantona di EL Sharawy. È un calcio ipocrita quello di oggi , ma il calcio é anche determinazione , tensione, adrenalina difficile da controllare prima, durante e dopo la partita , I’ istinto manifestato dai protagonisti esalta il pubblico il controllo lo annichelisce. Saremo decimati al derby e il FILA verrà squalificato , ma il segnale è stato lanciato, al FILA nn si tollerano ingiustizie.

  5. Oggi l’arbitro non ci ha tolto 3 punti, a quello ci siamo storicamente abituati. Oggi ci ha tolto la voglia di andare a vedere una partita di calcio di ragazzi. Un atteggiamento stomachevole di tutto lo staff del Verona ha poi reso davvero da incubo quel secondo tempo. Chi c’era può capire chi era a casa legge, ma credetemi non si può render conto. Il viso e l’espressione di quel signore vestito di rosa che usciva dal campo trascinato e scortato da un dirigente granata non me le scorderò per un po’. Sono davvero sconcertato.

  6. Questo è il segnale che il tifoso granata è vivo e vegeto..quando queste cose rincominceranno ad accadere anche nel massimo campionato e non solo nella primavera..allora forse qualcuno capira’ che la deve smettere di fare come gli pare e piace..

  7. Intanto i ciclisti son stati spezzettati dalla debolissima Udinese,che noi abbiam battuto troppo facilmente,e quindi squadraccia noi.c’era chi chiedeva la testa di sinisa,invidiando sti gobbi blucerchiati e il loro allenatore…non es esiste la squadra perfetta e il calcio non è una scienza esatta,tutti possono perdere contro tutti,solo Toro!!

  8. Ho assistito allo scempio. Premeditazione evidente. Più che un arbitro un sicario. Ha provocato viscidamente per tutto il match poi un fallo furbo, l’ennesimo non fischiato su Kone, ha fatto saltare il banco. Ho perso il controllo e alla mia età non dovrebbe più succedere. Vado al Fila per stare lontano dai cessi maleodoranti di Venaria ma il fetore arriva anche li. Mi chiedo la società dove sia.

  9. Assolutamente d’accordo con Lovi, l’arbitro che viene a fare danni a casa nostra deve pagarne le conseguenze. E se iniziassimo a piantare casino ancge quando rubano i gobbi grandi, tipo a casa nostra l’ultimo derby di Ventura? Quella fu una partita con torti assortiti e noi tutti muti , in campo e fuori e i gobbi a smerdarci.
    Ricorderò per sempre la rabbia di un bambino di 8 anni , lui non era nè rassegnato nè sconfitto, era una iena . Noi adulti … no, svegliamoci cazzo.

    • Parole Sante.

      Se bracciamozze, invence di sparare cazzate, cominciasse ad alzare la voce come si deve non farebbe un soldo di danno…!!!

      Vedremo, ma ho il sospetto che finirò, come al solito, con le soite chiacchere imbarazanti: d’altronde mister plusvalenza bracciamozze s’inarca e “drizza il pelo” solo quando non gli danno i 100 milioni in contanti per Belotti.

      Pagliaccio…!!!

  10. A me questa garra da Fila mi gasa un casino… i più vecchi ricorderanno un derby al Fila nel 92… invasione di campo… Policano e Annoni presenti a vedere la partita che cercavano di calmare i tifosi… noi in nove e i gobbi che se la passavano a centrocampo senza affondare per paura dei tifosi… bene bene