Le parole del tecnico Sesia dopo i primi 3 punti guadagnati con la Primavera del Torino contro la Roma, grazie alla vittoria in rimonta

Grande soddisfazione per Marco Sesia, che è riuscito a portare a casa i primi 3 punti stagionali con il suo Torino Primavera, impegnato oggi contro la Roma di De Rossi. Una rimonta degna di lode da parte dei suoi, che hanno ribaltato uno 0-2 che sembrava aver chiuso la partita, trasformandolo in un 3-2 e ribaltando così le sorti. Sesia ha esordito spiegando cosa ha detto ai suoi per ottenere il ribaltone: ” All’intervallo ho detto che sono stati molto bravi. Che hanno fatto la partita che dovevano fare sia tatticamente che professionalmente. Di continuare così e considerare la gara 0-0. Se non fosse stato sufficiente per questa partita, ci saremmo preparati poi per la prossima sfida di sabato. Di riuscire a stare in partita che, se per caso ci fose stato un episodio a nostro favore sarebbe cambiato tutto e così è stato. Sono stato fortunato nellessere un buon profeta ma devo fare grandi complimenti ai ragazzi perchè oggi era una partita all’inizio difficile eprchè giocavamo contro avversari forti, ma che nel secondo tempo è diventata difficilissima da gestire sia dal punto di vista emozionale che tattico. Hanno azzeccato entrambi e infatti è arrivata una vittoria bella, importante, meritata e soprattutto da Toro.

Sesia: “Prima dobbiamo fare i punti per poterci salvare”

Sesia ha continuato così: “Al di là della qualità, nel secondo tempo per il lavoro fatto cera bisogno di corsa, di attaccare gli spazi, sacrificio e freschezza. Non era facile. Arrivavamo da una sconfitta. Ci chiamiamo Toro e per chi non ha ancora fatto partite in questa categoria, compreso il sottoscritto, a volte può pesare. La partita di oggi ci deve dare grande forza per il futuro.

Ha poi parlato del suo compito e degli obbiettivi: “La gestione del mio compito non è semplice. Noi mai come quest’anno siamo in funzione della prima squadra. Non mi hanno chiesto risultati specifici ma di dare il massimo e lavorare, cercare di far migliorare giocatori che potrebbero lavorare in futuro con la prima squadra. Io so chi sono e dove sono ed il passato di questa squadra. Questo campionato di livello, che ha alzato la qualità con i fuori quota non è solo di vetrine ma anche di retrocessioni. Noi dobbiamo fare intanto i punti per poterci salvare e poi far migliorari chi può essere utile per la futura prima squadra del Toro. Anche io vorrei vincere ogni partita. avrei detto la stessa cosa anche in caso di sconfitta.”.

Sesia: “Dobbiamo portare gran rispetto alla maglia che portiamo”

Sesia ha parlato degli errori difensivi di oggi e col Napoli: “Ci sono ragazzi che devono fare esperienza in Primavera. Un conto è fare i comprimari ed un conto è essere i protagonisti. Cambia tanto. Noi abbiamo ragazzi che con tutto il rispetto per le categorie precedenti, non centrano nulla con questo campionato. Bisogna saperli aspettare e dar loro fiducia, cercando di ottenere il massimo, consapevoli che l’errore può arrivare, come oggi in modo evidente e col Napoli. Oggi però siamo stati il Toro e abbiamo ribaltato la partitia: questo ci dà tempo e modo di migliorare in maniera più tranquilla. In realtà mancano 4 giorni alla prossima sfida e c’è poco da stare tranquilli.

Sesia sullesordio al Filadelfia rimandato: “L’esordio al Fila rimandato? Se faccio il sentimentale direi che attendo con ansia il momento. Sono abituato però a lavorare per ciò che ho e per dove sono. Teniamo conto che dobbiamo portare gran rispetto alla maglia che portiamo. Cominciamo con questa che è la prima cosa. Ben venga poi il Filadelfia, che non vedo lora che arrivi, come anche tanti miei ragazzi. Sarà però un fardello in più per molti. Ci sarà bisogno della gente come me, che spero ci darà una mano. In questo campionato ti perdonano poco.

Sesia: “Proponiamo organizzazione, intensità, e ripartenze col nostro gioco”

Sesia ha parlato del tipo di gioco offerto dal suo Toro: “Tempistiche? Non so. Noi dobbiamo accelerare questo processo e mettere dentro il più possibile. Non è facile perchè molti ragazzi arrivano da un calcio differente rispetto a quello che proponiamo, fatto di più possesso e qualità, di tempo e modi diversi. Noi proponiamo più organizzazione, intensità e ripartenze col nostro gioco e in qualche minuto della partita anche di qualità. Non ci possiamo permettere di fare il calcio che tutti gli allenatori sognano, compreso il sottoscritto. Dobbiamo esser più pratici e ottimizzare quello che abbiamo.“.

Ha proseguito parlando di Rauti e Lucca: “L’attacco? Loro hanno fatto bene perchè oltre a Rauti che conosciamo bene, lo stesso Lucca ha fatto una giocata di qualità sul gol di Michelotti. deve migliorare sulla fisicità che deve sfruttare di più, perchè ci dà la possibilità di venire fuori. Oggi ha fatto una buona partita. Si sono dati una mano. Ha lavorato bene con la mezz’ala sia nel primo che nel secondo tempo.“.

Sesia: “Dobbiamo migliorare tanto e in fretta e metterci alla pari degli altri”

Sesia ha poi concluso parlando di queste due prime partite e facendo un confronto con la categoria Allievi: “Io arrivo da un campionato che sono gli Allievi che è di formazione, dove abbiamo ottenuto ottimi risultati. Molti ragazzi che hanno vinto con me con gli Allievi me li ritrovo adesso. Sia gli Allievi che la Berretti non centrano nulla con questo campionato, che è di uomini e di situazioni tattiche diverse. Dobbiamo migliorare tanto e in fretta e metterci alla pari degli altri. Nel caso di Napoli e Roma, tutti gli 11 iniziali avevano già giocato in questo campionato lo scorso anno a differenza nostra. Dobbiamo far ein fretta e veloci. Si è visto. A Napoli l’episodio ha fatto la differenza mentre oggi siamo andati contro l’episodio, tirando fuori una prestazione di livello.

TAG:
home

ultimo aggiornamento: 23-09-2019


Primavera, Torino-Roma 3-2: il tabellino

Primavera, le pagelle di Torino-Roma: che Rauti! Buongiorno leader in difesa