Il Consiglio di Circoscrizione ha approvato il progetto del Torino per il suo polo delle giovanili: entro fine ottobre le chiavi dell’impianto, poi i lavori

Da marzo 2016 il Toro attende di avere finalmente le chiavi del Robaldo, la struttura che diventerà il polo delle giovanili granata. L’ultimo atto, ad oggi, sembra però più vicino e la società granata potrebbe così prendere possesso del centro alla fine del mese di ottobre. Dopo l’approvazione del Consiglio della Circoscrizione 2, ora c’è da attendere solo che lo stesso faccia il Consiglio Comunale. La palla passa a Palazzo di Città ma è ormai solo una questione di tempo. Il rinnovo del progetto (il costo totale si aggira intorno ai 4 milioni) e le valutazioni dei tecnici comunali negli ultimi mesi hanno convinto la Circoscrizione 2 che vede nel Robaldo una spinta per la riqualificazione del quartiere.

Robaldo, il progetto per le giovanili

Cinque campi in sintetico, nuove tribune, spogliatoi e altri locali: i lavori dureranno all’incirca un anno e mezzo e il Toro potrebbe definitivamente giocare con le proprie squadre nell’impianto di Strada Castello di Mirafiori a partire dalla stagione 2020/2021, volendo fissare qualche tempo prima l’inaugurazione.


4 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
tric
tric
3 anni fa

I comuni sono la calamità di uno stato che vorrebbe essere civile.

Massimo 1963 (lamaratona2.0)
Massimo 1963 (lamaratona2.0)
3 anni fa

È un Calvario….

remy
remy
3 anni fa

Me lo segno, poi a fine ottobre vedremo chi ha le chiavi in mano …

Derby Primavera, Coppitelli: “Servirà un Toro di altissimo livello”

Primavera, Torino-Juventus 2-2: il tabellino