Primavera, la corazzata Atalanta sulla strada per la finale

di Francesco Vittonetto - 9 Giugno 2019

Le semifinali del campionato Primavera mettono di fronte Atalanta e Torino. Appuntamento al “Tardini” di Parma il 10 giugno alle 20.45

Se l’occasione fosse stata identica ma il calendario traslato indietro di qualche mese, la semifinale del campionato Primavera tra Atalanta e Torino avrebbe avuto tutte le caratteristiche di una finale anticipata. Perché almeno fino a inizio marzo i primi inseguitori della Dea – nella classifica della regular season – erano proprio i granata di Coppitelli. Poi, il calo dei Torelli – tante le cause: la mancanza d’ossigeno, gli infortuni (su tutti quello di Millico) – e i nuovi strappi di Inter e Roma hanno leggermente mutato le gerarchie. Non è cambiata la sostanza, però: l’undici di Brambilla è indiscutibilmente il più solido e temibile della categoria, ma il Toro non è troppo lontano da quel livello. Ed è sul pezzo, concentrato più che mai, dopo il pari-vittoria contro la Fiorentina, il 2-2 che ha permesso ai granata di staccare il pass per la sfida del “Tardini” di Parma (lunedì 10, ore 20.45). Quella che vale la finalissima del 14 giugno prossimo.

Primavera 1, Atalanta-Torino vale la finale

“Credo che questi ragazzi abbiano risorse importanti. Ma se non ci esprimiamo in un certo modo, paghiamo”, rilevava Coppitelli dopo la viola. In quella gara le certezze erano venute meno dopo il vantaggio toscano: ci avevano pensato poi i cambi (da Potop a De Angelis) a rimettere benzina nella testa dei granata.

Anche in quella di Millico, che dopo il capolavoro dell’1-0 aveva messo dentro anche il gol del passaggio del turno. E’ lui, l’arma in più per far male (anche) ai bergamaschi. Il gol numero 28 in stagione – e soprattutto il primo dopo lo stop muscolare – gli ha dato nuovo vigore.

Primavera, i precedenti stagionali contro l’Atalanta

Ci sarà Vincenzo, ci saranno anche tanti dei protagonisti del primo turno playoff. Con De Angelis, Potop e Petrungaro pronti a insidiare i titolari del “Ricci”. Non ci saranno, invece, i bergamaschi Carnesecchi, Colpani e Del Prato, impegnati nei Mondiali con la Nazionale Under 20. Tre assenze pesanti per Brambilla.

Tra le due squadre sarà il quinto confronto in stagione. E nei risultati sta la leva utile ai granata per rimettere parzialmente in equilibrio il pronostico: una vittoria a testa in Coppa Italia (erano le semifinali, il 2-0 al Fila portò i granata al successo nei 180′) e due pareggi in campionato. Insomma, tutto in equilibrio. A Parma non ci saranno favoriti: decideranno solo i 90′, più eventuali supplementari. Solo allora varrà il miglior piazzamento dei nerazzurri, che si qualificherebbero in caso di parità nei 120′.

più nuovi più vecchi
Notificami
Pedric
Utente
Pedric

corazzata? Ma va è una squadretta. Peccato per le tre assenze. Così non ci sarà storia.