L’inchiesta – Parte 1 / A colloquio coi Toro Club: perché il Torino attrae pochi tifosi allo stadio? La risposta di Lorenzo Pistamiglio, Beppe Mercuri e Felice Torchio

Il Torino di Juric macina vittorie e punti, nelle partite casalinghe. Eppure, sugli spalti, ancora non si è mai registrato il pienone. Al contrario la classifica degli spettatori delle squadre di Serie A vede il Torino in fondo, davanti a tre sole squadre. Pesano, sulle scelte dei tifosi, le annate disastrose vissute dal Toro prima di quella attuale, Ma non solo. In due puntate, abbiamo raccolto tanti punti di vista per arricchire il dibattito sulla questione.
Nonostante l’aumento degli ingressi disponibili allo stadio, il numero dei tifosi presenti è drasticamente basso rispetto agli altri club. Secondo lei, come mai i tifosi del Toro non vanno più allo stadio?

Lorenzo Pistamiglio – Toro Club Sauro Tomà

Il signor Cairo è riuscito a stufare i tifosi del Toro con i suoi atteggiamenti. Tutti ci auguriamo che una volta per tutte avendo preso Juric, si sia deciso ad acquistare non giocatori discutibili vendendo i migliori, ma quelli che servono per avere una squadra migliore. Ciò che da fastidio a noi tifosi è che lui ha dato vita a squadre ridicole e va a vederle, ma non meritano neanche di essere guardate. C’è poi anche l’aggravante del Covid, quindi alcuni non vogliono rischiare a livello di salute, però il discorso di fondo è che la maggior parte della gente è stufa di vedere una squadra del genere. Non si può convincere di colpo dopo due anni d’inferno il popolo granata a tornare.

Beppe Mercuri – Toro Club Asti

In questo momento il pomo della discordia è sempre e solo uno. Ci sono state delle polemiche verso il presidente e la sua campagna acquisti. Secondo me non abbiamo noi una mentalità inglese, dove la prima cosa è la maglia e si va allo stadio comunque. In Italia non è così e per noi gli ultimi due anni stanno pesando. Incide poi che in prospettiva il Toro abbia perso due generazioni di tifosi. Secondo me infatti ci sarà sempre meno gente. Inoltre, siamo in pandemia, c’è chi non vaccinato, c’è il fattore del freddo, le polemiche che riguardano la società e quant’altro e di conseguenza ci troviamo senza tifosi. Anche senza il Covid ci troveremmo con pochi spettatori allo stadio. Sento che in generale c’è gente che è contrariata dopo questi due anni e ripete che finché c’è Cairo, non si abbona o non va più allo stadio. La gente come me andava anche in B, ma non tutti sono così. Bisogna rispettare le scelte di tutti. Io anche non vado mai a Torino perché fa freddo. Presenzio spesso però in trasferta e anche lì siamo pochissimi. A Venezia eravamo un centinaio. A La Spezia è stata la trasferta più numerosa ma c’è stata la delusione del risultato. Anche a Reggio Emilia eravamo abbastanza. Io vedo gli altri come si muovono, come ad esempio la Fiorentina e la curva ospiti è sempre piena. Anche giocare in settimana se una squadra lotta per un obiettivo non diventa un problema perché c’è interesse. Con risultati disastrosi ed una campagna acquisti discutibile è difficile che avvenga ciò. Avremmo bisogno di una squadra che lotti sempre per l’Europa per portare entusiasmo anche tra i tifosi più scettici. L’età anagrafica secondo me pesa molto

Felice Torchio – Toro Club Valtriversa

“Molto semplice. I tifosi del Toro sono stufi di essere presi in giro da questa dirigenza. Se Vagnati vendesse gli esuberi di Juric, sarebbe tutta un’altra storia. Gli esuberi c’erano già a giugno-luglio e non è riuscito a piazzarne neanche uno. Se questa dirigenza desse 2-3 innesti a Juric, 25.000 li fanno tutte le domeniche. Noi aspettiamo solo quello, perché un po’ di gioco c’è. Non ci sono però i cambi. Noi andiamo allo stadio per tifare per i giocatori, per la bandiera, per i colori granata… Se poi parole e fatti non corrispondono è un altro discorso, ma glielo si fa capire a chi di dovere. Cairo comunque quando Juric ha parlato, qualcosa ha comprato, gente semi-sana, perché se fossero stati fenomeni, non sarebbero venuti da noi. Se noi cresciamo piano piano e avessimo due Pobega di proprietà da gestire, saremmo da tutt’altra parte, perché lui incarna il Toro come lo incarnava prima il Gallo Belotti. Io i conti li faccio così“.

Teh sector ‘Curva Maratona’ during the Serie A football match between Torino FC and SPAL. SPAL won 2-1 over Torino FC.
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 24-12-2021


9 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Alberto Fava ( Gigi Marengo for President ).
Alberto Fava ( Gigi Marengo for President ).
7 mesi fa

Anche qui, stesso discorso da parte del Tifo organizzato, quello dei “ numeri” e degli striscioni in curva : Cairo ha fatto il suo tempo.
Vediamo cosa diranno i prossimi, io più o meno me lo aspetto: la stessa cosa.

Ultrà
Ultrà
7 mesi fa

A meno che si investe in una rete di osservatori…che alzino il livello di qualità…nel settore giovanile…Oramai è un disco rotto!

T9
T9
7 mesi fa

Che noia, tocca sempre ripetere le stesse cose. La società un anno fa aveva 80 milioni di debiti a bilancio e nel 2021, lo vedremo col bilancio fra 2 mesi, la situazione non può che essere peggiorata. Tra rate in scadenza ed eventuali riscatti di quelli che abbiamo in rosa… Leggi il resto »

Vanni(CAIROVATTENE IN BELIZE)
Vanni(CAIROVATTENE IN BELIZE)
7 mesi fa
Reply to  T9

Basta uno che investa bene il primo anno, il resto viene da solo.

T
T
7 mesi fa
Reply to  T9

Uno può scrivere tutte le minch1ate che vuole, l’opinione è opinione, ognuno ha la sua. Ma quello che è insopportabile è sparare caxxate ergendosi stucchevolmente a portatori unici della verità.

T9
T9
7 mesi fa
Reply to  T

I numeri sono numeri, non opinioni e sono pure pubblici. Se non li comprendi o non li vuoi comprendere per non smontare il teorema che ti sei fatto avrai le tue ragioni che però non cambiano la sostanza delle cose. Può essere che la proiezione che ho fornito sia parzialmente… Leggi il resto »

Pastine: “Milinkovic-Savic è un portiere moderno ma dovrà crescere in tecnica”

Stadio vuoto, parola ai Toro Club / “Colpa di presidente e dirigenza, promesse non mantenute”