4 maggio 2020, i messaggio per il Grande Torino sui social

“Scelsero il Paradiso, al mondo non c’era più nessuno da battere”: i messaggi social per il Grande Torino

di Redazione - 4 Maggio 2020

Un 4 maggio nel segno della commemorazione del Grande Torino: anche a 71 anni dalla Tragedia il mondo granata (e non) ricorda gli Invincibili

4 maggio 1949, un giorno cominciato come tanti altri e trasformatosi in una delle pagine più oscure del mondo del calcio e dello sport più in generale. Anche oggi, a 71 anni dalla tragedia che colpi il Grande Torino, strappandolo a questo mondo e privando l’umanità della squadra più forte del mondo, avverrà la consueta commemorazione per mantenerne vivo il ricordo. Il Toro è fatto di storia e diventa quindi impossibile dimenticare chi per primo ha reso grande questa squadra, contribuendo al calcio non solo a livello italiano, ma mondiale. Non solo l’ambiente granata, ma come ogni anno, sono innumerevoli i personaggi del mondo dello sport e dello spettacolo che scelgono di ricordare gli Invincibili. Dagli ex granata come Glik, Bianchi e Sorrentino, agli ex calciatori come Claudio Marchisio, alle istituzioni come la Sindaca Chiara Appendino. E poi ovviamente Andrea Belotti e gli altri granata.

I messaggi dei giocatori del Toro

Del Toro a postare per primo è stato invece Simone Edera, che nelle storie di Instagram ha dedicato un pensiero al Grande Torino, condividendo le immagini di quella squadra e lo striscione “Come voi…nessuno mai”.

Anche Rosati ha scelto di postare nelle stories di Instagram una foto dedicata agli Invincibili, con la scritta “Gli eroi sono sempre immortali agli occhi di chi in essi crede“. Così invece il capitano, Andrea Belotti, su Instagram:

É il turno di Tomas Rincon, che ha condiviso nelle storie il post del Torino, e creandone uno sul proprio profilo Instagram con le foto dello scorso anno. “Un anno fa eravamo su a Superga come ogni 4 maggio a rendere omaggio a voi, gli invincibili. Storia D’Italia, Solo il Fato li vinse. GRANDE TORINO“, queste le parole scelte dal centrocampista granata.

Iago Falque, ha ricordato gli Immortali definendoli invincibili con una foto nelle storie di Instagram.

Anche il centrocampista granata Daniele Baselli ha dedicato un pensiero a quella squadra così speciale per la storia del Toro: “Onore a voi 4-5-1949 “Gli eroi sono sempre immortali agli di chi in essi crede. E così i ragazzi crederanno che il Torino non è morto. É soltanto in trasferta“.

Oltre a lui, Djidji ha scelto di sottolineare l’importanza che gli Invincibili hanno avuto per il nostro Paese. Ha infatti condiviso nelle storie di Instagram una foto e con la scritta “Grande Torino Orgoglio d’Italia”, colorandola con il tricolore della bandiera italiana. Anche Bremer ha seguito l’esempio del compagno, con una foto ed il verde, il bianco ed il rosso.

Chi ha invece deciso di condividere delle emozioni attraverso le parole ed una gallery è Armando Izzo: “Oggi a Torino soffia un dolce vento, perché sarebbe un peccato il 4 maggio non vedere sventolare quelle bandiere sui balconi. Erano invincibili, e lo sono ancora. Sempre onore al Grande Torino

Simone Zaza, ha ripostato tra le storie il post del Toro, mentre il compagno De Silvestri, ha scelto degli aggettivi da associare a questa ricorrenza: onore, rispetto, gloria. Anche Alessandro Buongiorno, in prestito al Trapani ha postato una foto per ricordare gli Immortali, aggiungendo poi: “Il 4 maggio scelsero il paradiso. Al mondo non c’era più nessuno da battere.”.

Utilizza Instagram anche Moreno Longo:

Grande Torino, i messaggi sui social

Il primo tra gli ex granata a ricordare gli Invincibili non è un giocatore qualunque, è Kamil Glik, che nel suo post Instagram fa cenno proprio all’onore di aver letto, il 4 maggio, i nomi dei caduti di Superga. “Una delle squadre piu forti al mondo…Un orgoglio leggere gli nomi degli Invincibili”

Arriva poi il messaggio di Rolando Bianchi su Twitter che, da ex capitano e cuore granata scglie di ricordare così: “Non è stata una semplice squadra ma è stata LA SQUADRA, non sono stati semplici uomini ma LEGGENDE. FVCG”.

Un altro ex che spesso rimarca la propria fede granata è Sergiu Suciu, e che non ha perso l’occasione di ricordare gli Immortali, con una foto tra le storie Instagram.

Anche Enrico Annoni, soprannominato Tarzan, oltre all’appello per il flash mob ha voluto postare una foto con scritto sempre nei nostri cuori, in riferimento al Grande Torino. Stefano Sorrentino su Twitter ha postato una foto di lui ai tempi del Toro, con lo sfondo granata e la Mole. Ha poi aggiunto “Il Grande Torino non è morto, è solo in trasferta”.

Il ricordo del Grande Torino è stato riportato alla mente da Lys Gomis, cresciuto nelle giovanili del Toro e da sempre tifoso granata che ha scritto: “Onore a voi… INVINCIBILI 4 maggio 1949 – 4 maggio 2020 Forza toro“.

Un altro ex del Toro, Antonio Barreca, cresciuto nelle giovanili granata ed arrivato fino alla prima squadra, ha dedicato una storia agli Eroi: “4 maggio 1949 Solo il Fato li vinse. Onore al Grande Torino“.

E come lui, Vittorio Parigini che ha scelto di onorarli con una foto.

Immancabile il tributo al Grande Torino da parte di un altro giocatore che ha indossato la fascia da capitano nel Torino: Giuseppe Vives. Oltre ad una storia Instagram, ha creato anche un post.

View this post on Instagram

Onore agli invincibili ❤️

A post shared by Peppevives (@peppevives) on

I messaggi delle squadre di calcio

Intorno alla mezzanotte bello il ricordo del Pescara, che su Twitter ha scritto. “Perché i grandi si onorano, non si dimenticano. Evviva il #GrandeTorino, evviva gli Invincibili!”

La Fiorentina, gemellata con il Torino ricorda con orgoglio il Grande Torino: “1949-2020 A 71 anni dalla tragedia di Superga tutta la famiglia Viola ricorda il Grande Torino, orgoglio d’Italia.“.

Il Benfica, ultimo club ad aver giocato contro il Grande Torino ha scelto di postare un video su twitter con le immagini di quella squadra eroica, alla quale è rimasto legato. “In memoria del 4 Maggio 1949. Amicizia eterna.”

Nonostante la rivalità storica, la tragedia di Superga unisce andando oltre i colori. La Juventus ha scelto di omaggiare il Grande Torino con un post su Twitter: “Il 4 maggio 1949 scompariva il Grande Torino. La Juventus si unisce al ricordo e celebra i grandi campioni coinvolti nella tragedia di Superga.”.

Come i bianconeri, anche la Pro Vercelli ha esternato la propria vicinanza al Toro in una ricorrenza tanto importante: “Solo il Fato li vinse”.

Il Napoli ha onorato il Grande Torino su Twitter con un post e la scritta “Solo il Fato li vinse”.

Il Milan ha voluto condividere una foto con le lapidi ed un drappo granata: “AC Milan ricorda i campioni del Grande Torino a 71 anni dalla tragedia di Superga“.

Il ricordo degli Invincibili sui social

Anche Riccardo Cucchi sceglie di commemorare gli Invincibili, con una foto e la didascalia: “Questo numero de ” Il calcio illustrato” era di mio papà, appassionato tifoso granata. Dai suoi racconti ho imparato la storia del Grande Torino e coltivato il rimpianto di non averli mai visti giocare. “Campioni nell’eternità”. Il ricordo è storia.“.

Immancabile poi il ricordo da parte di Davide Dileo, in arte Boosta, noto musicista dalla fede granata: “Per gli sportivi e per noi tifosi del @torinofc1906 , da poco più di settant’anni, il 4 maggio è giorno di transizione tra due fasi. Un prima e un dopo. Auguriamoci il miglior distillato che abbiamo l’obbligo di ricavare dalle tragedie: empatia e responsabilità. Buon 4 maggio.“.

Anche Claudio Marchisio, nonostante la fede ed il passato bianconeri, ha voluto come ogni anno spendere belle parole per mantenere vivo il ricordo degli Immortali su Twitter: “A Torino il 4 maggio lo sguardo di tutti è rivolto verso il Colle di Superga. Oggi non sarà diverso. Erano invincibili, oggi sono immortali.“.

I messaggi delle Istituzioni

Tra le istituzioni, Chiara Appendino, Sindaca di Torino, commemora tramite il suo profilo Twitter il Grande Torino, che fa parte della storia del capoluogo piemontese: “Quest’anno non potremo salire a Superga con le nostre famiglie a ricordare, da torinesi, la squadra che tanto orgoglio ha portato alla nostra città. Ma nessuno, a 71 anni di distanza, può dimenticare. In tutta Italia tanti pensieri commossi andranno agli Invincibili.