Dai social / Le reazioni dei giocatori granata dopo la sconfitta di San Siro contro l’Inter per 4-2: da Lyanco a Rincon, passando per Ansaldi

Il rientro dalla pausa Nazionali non ha portato al risultato sperato. É sceso in campo un Toro decimato che però ha messo alla corde gli avversari prima di crollare. Contro l’Inter, è infatti arrivata l’ennesima sconfitta in rimonta. E la presa di coscienza generale comincia ad emergere a partire proprio dai giocatori del Torino. Anche questa volta, in diversi hanno voluto condividere il proprio stato d’animo attraverso i profili social, optando per il bicchiere mezzo pieno e l’ottimismo. Da Ansaldi a Rincon, passando per Lyanco: ecco le reazioni social del post-partita.

Toro, Rincon parla di resilienza

Tra coloro che non perdono occasione di condividere sui social i propri pensieri dopo i match, c’è Tomas Rincon. Il centrocampista granata ha infatti scelto di farlo anche dopo Inter-Torino. “L’unico modo per costruire la resilienza è avere battute d’arresto: abbracciare le avversità … ti renderà più forte.“, questa la didascalia che el General ha scelto di inserire sotto la foto che ritrae la squadra partita titolare. Un messaggio chiaro, che invita a non demordere ed a imparare dai propri errori, al quale ha risposto Ansaldi: “”Grande riflessione e parole vere. Tra tutti possiamo risollevare questa squadra. A noi sudamericani non può farci cadere nulla. Sappiamo e conosciamo cosa voglia dire lottare e sacrificarsi per quello che amiamo“. É arrivata poi la contro risposta del venezuelano: “Colpi duri ci ha dato la vita, caro Cris, e abbiamo sempre trovato la forza di rialzarci. E nella vita si darà valore solo ad un risultato e non ad un processo o ad un cammino, allora sarà brutta. Ma on è così. La vita è bellissima“.

Ecco il post di Rincon.

Lyanco spera in “grandi cose”

Non è però l’unico del Torino ad essere intervenuto su Instagram. Anche Lyanco ha infatti espresso il proprio pensiero, condividendolo il portoghese, “per esprimere meglio i suoi sentimenti“, per poi tradurre il tutto nelle storie di Instagram. “Il calcio è per quelli che hanno la disposizione e la responsabilità di affrontare qualsiasi cosa accada!, questa la prima parte della didascalia, sulla falsa riga di quella del venezuelano, che gli ha risposto in un commento con “Mai mollare!“. Il post prosegue poi così: “Sono sempre più orgoglioso del mio club, della mia squadra e dei miei compagni di squadra. Vedo la crescita, vedo l’evoluzione, vedo sempre più uomini che vogliono vincere e combattere! Siamo forti! E sono sicuro che stanno per arrivare grandi cose!“.

Ecco il post di Lyanco.

Toro, la fede di Ansaldi: il gol è dedicato a Gesù

Ultimo ma non meno importante Cristian Ansaldi, tornato titolare e sempre pronto a guidare e motivare i compagni. L’argentino, tornato al gol dal dischetto con Belotti assente, ha infatti scelto di dedicare la prestazione e la rete a Gesù. “Devo tutto a Lui (Gesù) che mi dà la forza di rialzarmi quando vogliono vedermi cadere …“. Spesso autore di post motivazionali o che esprimono la sua fede in Dio, ha unito le due cose in un unico contenuto, scegliendo una foto dove indica in alto. Ha poi messo nelle sorie video dove lo hanno taggato per il gol e compare anche quello di Ujkani.

TAG:
home

ultimo aggiornamento: 23-11-2020


5 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
mas63simo
mas63simo
8 mesi fa

Mi sfugge cosa ci sia di orgoglioso prendere 4 pere dopo essere andato in vantaggio di 2 gol a mezz’ora dalla fine !🤔🤔🤔🤔🤔🤔🤔🤔🤔🤔🤔🤔🤔🤔

Alex
Alex
8 mesi fa

Io scelgo di pensare positivo, se non glie ne fregasse nulla tutte ste cose non le avrebbero scritte. È vero dalle difficoltà si può imparare molto una volta superate e possiamo superarle. Sarà difficile ma immaginate quando saranno finalmente alle spalle. Ripeto che continuo a voler pensare positivo, inoltre non… Leggi il resto »

rotor
rotor
8 mesi fa

Ma tacete invece di dire ste cavolate,aprite gli occhi che siamo quasi in B.Una societa’ seria imporrebbe il silenzio stampa.

Cairo, il messaggio sui social: “Grazie a medici e infermieri”

Ansaldi: “Solo Dio sa quanto ci sforziamo per uscire da questa situazione”