Contestato e perdente: a questo Toro serve l’esorcista

di Ivana Crocifisso - 19 Marzo 2018

Quarto ko di fila per il Torino, sconfitto dalla Fiorentina: Cairo non vuole parlare d’Europa, la squadra sembra svagata, Mazzarri deve correre ai ripari

Ore di colloquio, strategie, domande senza risposta. La realtà è che a questo Toro servirebbe l’esorcista e forse nemmeno così si andrebbe davvero al fondo della questione. Contestazione a Cairo, squadra che sembra non averne più, campionato già concluso con settimane di anticipo. Che peccato aver rivoluzionato il Toro con l’avvento di Mihajlovic per poi decidere un anno e mezzo dopo di mandare tutto all’aria e consegnare ad un altro una squadra costruita per un certo obiettivo. Che peccato ritrovarsi a marzo a dire che l’Europa non è affare di questo Toro, che non lo è più, che l’obiettivo di Mihajlovic non può essere quello di Mazzarri. Lecito chiedersi, allora: perché il serbo è stato esonerato?

Non si può parlare di Europa perché con il cambio di allenatore sono cambiati gli obiettivi, per dirla come Cairo. Non si può dire che il Toro pensi ormai al prossimo campionato perché le quattro sconfitte consecutive sono da analizzare singolarmente senza fare di tutta l’erba un fascio. E nemmeno, a quanto pare, si può dire che questa squadra giochi così male solo perché aspetta con impazienza che il campionato finisca: no, perché da qui in avanti ogni calciatore si giocherà la riconferma, a suon di prestazioni. Presidente e allenatore sembrano d’accordo. Chi lo dice, però, che lo sia anche la squadra? Che questi ragazzi abbiano davvero voglia di giocarsela, questa riconferma? Chi lo dice che non ci sia qualcuno desideroso di lottare per dei veri obiettivi, e non di ritrovarsi già a marzo nel limbo di chi non ha più nulla da chiedere al campionato? La sensazione di chi ha assistito a Torino-Fiorentina è che la squadra si sia ormai accartocciata su sé stessa. Diventa persino difficile calarsi nei panni di Mazzarri che credeva di poter arrivare al Toro per fare solo l’allenatore, il tattico, al massimo il motivatore. Ha invece capito che non basta più nemmeno fare lo psicologo. Figurarsi cosa hanno capito i tifosi, ai quali non è rimasto altro che contestare una squadra che scenderà in campo solo per fare presenza.

più nuovi più vecchi
Notificami
mas63simo
Utente
mas63simo

Mazzarri fai cagare !

FanfaronDeMandrogne (bracciamozze, petracchio, mercenari da strapazzo)
Utente
FanfaronDeMandrogne (bracciamozze, petracchio, mercenari da strapazzo)

Calciomercato.com:

Mazzarri trasmette insicurezza, Cairo pensa solo ai soldi: Torino senza futuro (Pippo Russo)

Date una lettura, please.

castellini70
Utente
castellini70

ci serve l’esorcista per scacciare il cairo dentro il corpo del Toro…