A Parma i granata giocano ma portano a casa solo un punto: il Toro resta in corsa ma perde la possibilità di avvicinarsi al quarto posto

Non scapperà via nessuno – la classifica è troppo corta – ma il Toro proprio non riesce a trovare la svolta decisiva quando sarebbe il momento di affondare il colpo e dare un segnale alle avversarie. Eppure con la Sampdoria ha dimostrato che un altro Toro è possibile. Un Toro cinico, un Toro che gioca bene, un Toro capace di controllare la partita, di rischiare poco, di chiuderla al momento giusto. Un altro Toro diverso da quello un po’ impacciato di Firenze e da quello che ieri a Parma ha lasciato due punti, nella speranza che non si rivelino fondamentali per la corsa all’Europa League. Soprattutto perché sono punti persi su un campo rispettabile ma pur sempre di una squadra che sta lottando per un obiettivo ben diverso. Specialmente perché la vittoria avrebbe proiettato i granata ad un solo punto dal quarto posto, aspettando la gara tra Inter e Atalanta.

Mazzarri imputa parte della responsabilità alla mancanza di lucidità della squadra, capace solo tre giorni prima di annientare la Sampdoria senza quasi farla giocare, e ieri invece incapace di portare via tre punti dal Tardini nonostante la supremazia in termini di possesso palla.

Poca lucidità dovuta al grande dispendio di energie: le tre partite in una settimana si sono fatte sentire e non ha certo aiutato il Toro, in un momento così importante della stagione, aver scelto di andare avanti con una rosa ridotta all’osso. E tra squalifiche e infortuni (ahimè, anche quelle di quei giovani che avrebbero potuto mettersi in mostra), ora la squadra rischia di pagare il conto. Quantomeno arriva in soccorso l’aritmetica a dire che nonostante tutto il Toro è ancora lì, a potersela giocare. Che peccato, però, ritrovarsi sempre a dover sperare nei (non) risultati delle altre.

TAG:
home

ultimo aggiornamento: 07-04-2019


195 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
zio slim
zio slim
2 anni fa

Venerdì un utente ha lasciato il seguente commento su un editoriale dal titolo Toro, giocando così tutto è possibile: ritengo che domani il risultato più probabile sia il pareggio ed azzarderei uno 0 – 0. Il parma non pareggia da 4 giornate e noi subiamo regolarmente gol da 3…ergo. Ero… Leggi il resto »

Giankjc (La tragedia non è morire, ma dimenticare.)
Giankjc (La tragedia non è morire, ma dimenticare.)
2 anni fa

Little bird feather, il presenzialista.

DSR
DSR
2 anni fa

Deve esser un devoto di Santa Immacolata da Belluno…visto che credeva in Zaza

Giankjc (La tragedia non è morire, ma dimenticare.)
Giankjc (La tragedia non è morire, ma dimenticare.)
2 anni fa
Reply to  DSR

È attento alle piccole cose, quindi dovrebbe trovare un po’ di tempo per lui.
Invece.

Sergio (Plasticone69)
Sergio (Plasticone69)
2 anni fa

e’ attento ai puntini anche lui ?

Giankjc (La tragedia non è morire, ma dimenticare.)
Giankjc (La tragedia non è morire, ma dimenticare.)
2 anni fa

Probabile che sia fatto di puntini….

Alberto Fava ( Gigi Marengo for President ).
Alberto Fava ( Gigi Marengo for President ).
2 anni fa

Bah , a me sta storia dei clic si , clic no , mi sa tanto di provocazione.
Vabbè , c’è chi lo fa per mestiere.
Meglio sorvolare e sorridere …

Toro, giocando così tutto è possibile

Mazzarri, Zaza, Irrati: sbagliano tutti. Il Toro non può perdere la testa