L’unica cosa che occorre per il bene dei granata è agire velocemente senza necessariamente svenarsi, esattamente come richiesto espressamente da Juric.

Passando dalle parole di Juric, che descriveva sostanzialmente inutile il mercato invernale, ai rumors che si accavallano in questi giorni circa ipotetiche operazioni di mercato, sembra esserci un mondo in mezzo. Sì perché dal “non si farà nulla” all’ipotesi di scambio Zaza-Lazzari o alle cessioni di Baselli, Izzo, Verdi e Rincon sembra di stare al Luna Park. Purtroppo non credo che tutti gli esuberi saranno piazzati e non credo che tutte le lacune saranno colmate. Il direttore sportivo Davide Vagnati è sicuramente chiamato ad un lavoro importante. Possiamo dire che lui si gioca il futuro, sia nel Toro che personale. Dopo la sua missione in Sud America ora i tifosi si aspettano degli aggiustamenti alla rosa del Toro. Servono necessariamente degli esterni e almeno una punta. Considerato che Belotti rientrerà a febbraio e che Zaza sia ormai fuori dalle rotazioni di Juric, visto che a Milano contro l’Inter gli è stato preferito addirittura Warming. E dunque una punta servirebbe subito come il pane. La speranza è che Vagnati possa regalare una pedina a Juric all’apertura dei battenti, ma al momento è difficile perché è plausibile che ciò possa avvenire solo se e quando Zaza accetterà la cessione.

Cedere Baselli a gennaio, quando va in scadenza a giugno, sarebbe un vero colpo. Rincon, nel suo ruolo di “falegname” è uno dei migliori in Serie A e potrebbe aver mercato. Verdi sembra essere conteso tra Monza e Bologna, cioè tra una piazza emergente di Serie B e quella dove in carriera ha reso meglio di tutte, vale a dire, il Bologna. In entrambe le società Verdi potrebbe, con un colpo di spugna, cancellare il periodo più brutto della sua carriera. Izzo invece, anziché accettare di corsa la chiamata di Mazzarri, l’allenatore che gli comprò le prime scarpette da calcio quando era solo un giovane, nicchia perché, probabilmente, sa certamente che l’ingaggio percepito al Toro non potrà essere lo stesso a Cagliari. Inoltre sembra che Belotti sia stato attenzionato dal Toronto. Dopo aver rifiutato lo Zenit alla vigilia di questo campionato, Belotti avrà il coraggio di dire no anche ai canadesi? Se l’offerta dovesse concretizzarsi, immagino già il Gallo chiamare Insigne e partire assieme.

Sugli esterni perderemo Aina per il mese di gennaio e forse anche Singo. Sì perché se nei pre-convocati non è stato inserito nella lista della Costa d’Avorio, infortuni, Covid19 e altre situazioni potrebbero indurre il CT Patrice Beaumelle a richiamare l’ivoriano. Per cui al momento il Toro ha Singo, Vojvoda e Ansaldi con quest’ultimo che non è più al top. Anche in questo caso possiamo dire che almeno un laterale serve come il pane.

Nella norma quando si dice “serve come il pane” vuol dire c’è il carattere di urgenza. Soprattutto se consideriamo che con l’aumento dei casi di positività al Covid19 che si stanno avendo in questi giorni, il rischio di essere decimati potrebbe essere molto alto. Dunque alla squadra di mister Juric occorre tempestività e questo può dipendere solo da Vagnati e da Cairo. So bene, e l’ho scritto in altre occasioni, che il termine “tempestività” associato all’interventismo sul calciomercato del Torino FC è quanto di più distante dalla realtà vissuta fino ad oggi, tuttavia la possibilità di stupire ce l’hanno tutti e dunque anche Cairo. L’unica cosa che occorre per il bene dei granata è agire velocemente senza necessariamente svenarsi, esattamente come richiesto espressamente da Juric. Vediamo se anche questa volta il presidente ed il suo direttore sportivo decideranno di non accontentare il tecnico. 

Urbano Cairo
Urbano Cairo
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 31-12-2021


27 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Fuma parej
Fuma parej(@fuma-parej)
19 giorni fa

Cogliete l’occasione e SPARITE !

valter1
valter1(@valter1)
20 giorni fa

Cairo, guarda, stupisci,. come è ridotta sta gente per te….

Sigfab
Sigfab(@sigfab)
20 giorni fa

Fosse solo “attenzionato ” il problema Il buon Chiarizia ha individuato delle urgenze, perché rileggendo il suo piano d’attacco al mercato di Gennaio ha notato un ,serve come il pane,celato fra vari super e ha capito se stesso, geniale . Veloci precisi e parsimoniosi, e che ce vo’ ?! Testualmente… Leggi il resto »

GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)(@foreverg)
20 giorni fa
Reply to  Sigfab

L’educazione di certi commentatori lascia molto a desiderare. Più o meno come il grado di tolleranza per le idee altrui.

Sigfab
Sigfab(@sigfab)
20 giorni fa

Monsignor GDella Casa, le chiedo umilmente perdono per la mia maleducazione, vieppiù chiedo venia per la mia grave forma di intolleranza non alle idee, ma alla malafede alle millantate capacità e ad ogni forma di negatività spiri aleggi si volga o solo ipotizzi d’accostar verso il nostro Toro

GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)(@foreverg)
20 giorni fa
Reply to  Sigfab

Volevi scrivere aulico? O fare lo spiritoso?
Diciamo che se per le prime, non male, le ultime 4 righe non sono venute proprio benone.
Forse non è il caso

Il Var: da utile strumento a barzelletta

La Lega serie A tiene davvero alla regolarità del campionato?