Atalanta-Torino, il punto sull'arbitro Doveri: direzione di gara buona

Atalanta-Torino, buona la direzione di Doveri

di Carlo Quaranta - 3 Settembre 2019

Il punto sull’arbitro Doveri che ha diretto la sfida del Tardini di Parma tra Atalanta e Torino, terminata 3-2 per la squadra di Mazzarri

Daniele Doveri ha smentito le statistiche negative e i mugugni di buona parte dei tifosi granata alla notizia della sua designazione per la sfida tra Atalanta e Torino dirigendo in modo esemplare la gara disputatasi sul neutro di Parma. Attento e vicino all’azione, ha adottato un metro piuttosto “inglese” soprattutto nei primi 45’ lasciando giocare molto e privilegiando il gioco maschio (tollerando i contatti spalla a spalla e quelli lievi). Bene gli assistenti che hanno lasciato proseguire nelle azioni dubbie per poi segnalare in un secondo momento facendo affidamento anche sull’ausilio del VAR: al 4’ ad esempio De Silvestri crossa dalla linea di fondo, a centro area Berenguer svirgola e colpisce il palo divorandosi un gol fatto ma successivamente l’arbitro ferma tutto facendo riprendere con una rimessa dal fondo poiché il pallone era stato calciato da De Silvestri quando aveva già oltrepassato interamente la linea di fondo. Al 21’ il primo cartellino giallo del match è proprio per l’iberico che commette un fallo su Ilicic in collaborazione con Aina ma l’intervento da ammonizione è il suo. Al 26’ un altro esempio di chiamata appropriata da parte degli assistenti: fuorigioco di Ilicic segnalato solo al termine dell’azione.

Doveri, pochi episodi per cui intervenire

Al 54’ è regolare la seconda marcatura di Zapata che vince il duello con Djidji grazie alla sua forza fisica ma senza commettere fallo (decisione in linea con l’intera conduzione di gara). Al 65’ il secondo cartellino giallo della partita è per Hateboer per un’entrata in ritardo su Aina. Al 75’ rischia il cartellino giallo Rincon per fallo tattico su Ilicic mentre al 76’ l’ammonizione per un fallo tattico in ritardo è comminata nei confronti di De Ron che ferma Berenguer. All’86’ un cross del neo entrato Arana s’infrange sul braccio di De Silvestri che tuttavia è aderente al corpo e pertanto non ci sarebbero gli estremi per la concessione del penalty (nemmeno con le nuove regole). Situazione analoga appena due minuti dopo sugli sviluppi di un corner ma anche stavolta il braccio di De Silvestri è perfettamente aderente al corpo (e peraltro il difensore è ostacolato e coperto da un attaccante nerazzurro) per cui anche in questo caso restano vane le proteste degli orobici. Al 93’ ammonito infine il subentrato Laxalt che allontana il pallone a gioco fermo.

I granata mettono così a segno il secondo colpo consecutivo esterno con l’arbitro romano dopo la vittoria nello scorso campionato a Genova. Il bilancio complessivo rimane tuttavia negativo: con quella di ieri sono 4 le vittorie, 5 i pareggi, 6 le sconfitte complessive.

più nuovi più vecchi
Notificami
poggiardo granata69
Utente
poggiardo granata69

diciamo che x una volta ha fatto il suo Doveri…

T
Utente
T

Questa è una notizia! Oltre tutto con Calvy al Var! Forse perché c’era “solo” l’Atalanta dall’altra parte… Non illudiamoci

AstroMaSSi
Utente
AstroMaSSi

Ha arbitrato davvero bene, ero giustamente prevenuto visto il passato ma mi ha stupito