Il punto sull'arbitro Di Martino dopo Bologna-Torino 19/20

Bologna-Torino, esordio sufficiente per Di Martino

di Carlo Quaranta - 3 Agosto 2020

Il punto sull’arbitro Di Martino della sezione AIA di Teramo che ha diretto l’ultima gara di campionato tra Bologna e Torino terminata 1-1

In un clima ormai vacanziero per le contendenti, la partita del Dall’Ara valida per l’ultima giornata di serie A è stata affidata al 33enne Antonio Di Martino al debutto con i granata e ad appena la terza esperienza nella massima serie. Pochi gli episodi di una certa rilevanza: al 12’ Di Martino ammonisce il tecnico rossoblù Mihajlovic per proteste in seguito ad un presunto mancato intervento su Palacio. Nonostante per buona parte del primo tempo il direttore di gara frammenti spesso il gioco, al 33’ non fischia una sbracciata netta di Denswil su Belotti che resta a terra nei pressi dell’area felsinea (solo ad azione finita l’arbitro se ne avvede e va a sincerarsi delle condizioni del Gallo). Al 41’ giusta la posizione di fuorigioco segnalata a Zaza al momento del lancio di Belotti. Al 45’ Di Martino si fa ingannare da Palacio che cade a terra al limite dell’area granata ma senza subire fallo da Berenguer. Al 46’ rischia qualcosa Bremer che si allunga il pallone in uscita dalla propria area e lo perde pericolosamente senza tuttavia commettere fallo su Svanberg che simula. Al 47’ cartellino giallo per Ansaldi per un rischioso pestone a Mbaye a pallone lontano.

Il secondo tempo di Bologna-Torino

Nel corso del secondo tempo il resto delle ammonizioni: al 56’ a Rincon per una trattenuta a Svanberg, al 60’ a Berenguer per comportamento non regolamentare, al 76’ a Santander per un intervento irregolare in scivolata su Ola Aina, all’80’ a Soriano per un fallo di reazione su Lukic ed all’85’ a Medel per una brutta entrata su Belotti. Le sanzioni sono state tutte giuste.

La direzione dell’arbitro della sezione AIA di Teramo è stata sufficiente, il metro utilizzato è stato piuttosto uniforme e senza eccessi. Alla fine sono stati sei i giocatori ammoniti (tre per parte) e 31 i falli totali fischiati. Il pareggio di Bologna, dunque, rappresenta finora l’unica occasione ad oggi nella quale Di Martino ha incrociato il Torino almeno a livello di prima squadra: particolarmente felice però il precedente con la Primavera proprio di Moreno Longo nel giugno 2015 quando i giovani granata trionfarono in finale contro la Lazio conquistando lo scudetto proprio sotto la direzione dell’arbitro abruzzese.

1 Comment
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
poggiardo granata69
poggiardo granata69
1 mese fa

Non ha avuto un gran dafare,solo che ha spezzettato troppo il gioco