Dopo il derby perso per 1-0 dal Torino contro la Juventus, torna il consueto Punto sull’Arbitro di Carlo Quaranta

Non ha demeritato Maurizio Mariani, designato per la prima volta a dirigere la stracittadina torinese. La conduzione di gara del fischietto della sezione AIA di Aprilia è stata improntata ad un metro fiscale ma non rigido e, a parte alcune mancate ammonizioni ai giocatori bianconeri, non ha sbagliato nelle (poche) decisioni più delicate.

Torino-Juventus: tutti gli episodi arbitrali

All’8’ applica dapprima il vantaggio e poi, dopo il recupero di Rodriguez su Rabiot, assegna il calcio di punizione per la squadra di Allegri: proteste di Lukic ma la decisione è congrua. Il primo vero errore avviene al 27’ quando stranamente non estrae il cartellino giallo per punire Cuadrado che ferma con un fallo tattico nella trequarti granata Miranchuk in ripartenza. Al 37’ Kostic in tackle stende Aina, per Mariani c’è solo la punizione. Al 38’ nemmeno quella nonostante un intervento in scivolata di Cuadrado sulla caviglia di Lazaro il quale aveva appena effettuato un cross in area. Appena due minuti dopo ancora Kostic in ritardo ed in scivolata travolge Aina ma nemmeno in questo caso, e nonostante la recidività, Mariani mette mano al cartellino.

L’ammonizione ineccepibile arriva invece per Linetty il quale al 60’ ferma con un inevitabile ed intelligente fallo tattico Kean in ripartenza. Al 68’ Lazaro termina a terra in area ma sbatte su Mc Kennie che è fermo anche se si aiuta con le mani, Mariani soprassiede e neanche il VAR Di Paolo interviene, una scelta che dal campo è sembrata condivisibile sebbene rivedendola qualche piccolo dubbio può esserci. Tuttavia in questo caso non si può parlare di errore. Al 74’ il gol partita dei bianconeri è regolare perché sul colpo di testa di Danilo, Linetty e Pellegri non salgono in tempo e tengono in gioco Vlahovic non controllato adeguatamente da Aina. Un’altra sbavatura arbitrale al 93’ quando rileva un fallo inesistente di Karamoh su Danilo, infine l’ammonizione per proteste a Lazaro una manciata di secondi prima del triplice fischio.

Per Maurizio Mariani, che aveva già diretto la partita di esordio a Monza, si è trattato della 125^ direzione in serie A (la quarta stagionale). Dopo questo “derby della crisi” il bilancio complessivo con i granata è di 12 vittorie, 2 pareggi e 10 sconfitte.

TAG:
home

ultimo aggiornamento: 16-10-2022


5 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
poggiardo granata69
poggiardo granata69
1 mese fa

Sicuramente mancano almeno un paio di ammonizioni ai danni loro.ma si sa,a certe squadre tutto e concesso.

Orgogliogranata
Orgogliogranata
1 mese fa

Io invece mi attacco alle decisioni arbitrali. Premesso che con la squadra e la prestazione di sabato non avremmo Mai potuto impensierire nessuno (quindi al netto della bruttissima prestazione) io mi sono rotto gli zebedei di questi arbitraggi sottomessi così non è piu sport, già è difficile competere con chi… Leggi il resto »

ardi06
ardi06
1 mese fa

Bravo pellegri, camminando con arroganza ha tenuto in gioco vlahovic, l’altro è linetty, almeno lo fa con umiltà

giorgione
giorgione
1 mese fa
Reply to  ardi06

sto pellegri è un cesso, andato zaza dovevamo sostituirlo

Torino-Empoli, grave errore per Fourneau: lo salva il Var

Torino-Cittadella, Pezzuto sul Velluto