Napoli-Torino 2-2, tutto facile per l’arbitro Doveri

di Carlo Quaranta - 7 Maggio 2018

Il punto sull’arbitro Doveri dopo Napoli-Torino 2-2: basso tasso di difficoltà per il fischietto romano, che deve soltanto amminsitrare la partita tra partenopei e granata

Partita dal bassissimo tasso di difficoltà per Daniele Doveri, arbitro romano tristemente noto ai tifosi granata per due discutibilissime direzioni nei recenti derby di Coppa Italia (l’ultimo costò peraltro la panchina a Sinisa Mihajlovic). Complice anche il caldo e i ritmi bassi, sono state poche le possibilità di commettere errori anche se, ancora una volta, Doveri ha avuto modo di essere duro con i calciatori granata, in particolare con Baselli e Nkoulou ai quali ha comminato ammonizioni piuttosto severe.
Andando con ordine non vi sono molti casi da analizzare e la prima decisione rilevante giunge al 21’ quando il direttore di gara, applicando correttamente il regolamento, ammonisce Burdisso per una reiterata trattenuta su Mertens. Al 30’ rilevata una scorrettezza di Nkoulou (ancora su Mertens) che non appare così solare suscitando così qualche polemica da parte dei granata. Giusto invece al 38’ il fuorigioco chiamato a Niang.

Napoli-Torino: il punto sull’arbitro Doveri

La ripresa si apre con una manata di Albiol sul volto di Niang al 47’ su cui l’arbitro soprassiede mentre pochi minuti dopo (52’) è particolarmente severo con Baselli che ammonisce per un tocco su Allan in ripartenza sulla propria trequarti: dalle immagini si vede che il granata sfiora appena il centrocampista partenopeo e, considerato l’andamento della gara e il metro avuto poco prima, Doveri avrebbe potuto chiudere un occhio come tante volte è accaduto per situazioni analoghe in altre partite. Al 65’ cartellino giallo anche per Mario Rui per un’entrata in ritardo su Acquah a centrocampo, stessa sorte e stessa motivazione per Belotti ammonito per un intervento sullo stesso Mario Rui al 74’. Non accade nulla fino al 90’ quando Nkoulou dapprima si fa ammonire per un’entrata su Jorginho fallosa ma non particolarmente grave da giustificare il provvedimento ed un minuto dopo è protagonista di una deviazione sospetta in area di rigore su traversone di Hamsik: timide proteste partenopee ma le immagini dimostrano che il pallone va a finire sul petto del camerunense per cui non si tratta di rigore. Al 95’ infine sembrano ingiustificate anche le timide proteste dei torinisti per un tocco di mano di Albiol che pare esserci ma distanza troppo ravvicinata e involontarietà escludono la concessione della massima punizione.
Buona la prestazione degli assistenti Longo e De Meo, inoccupato il VAR Gavillucci, sufficiente la direzione del 40enne arbitro con il quale il Torino non ha mai vinto in serie A (4 pareggi e 3 sconfitte).

più nuovi più vecchi
Notificami
poggiardo granata69
Utente
poggiardo granata69

partita di fine anno,molto soporifera,diretta da doveri con tranquillità

Roberto (RDS 63)
Utente
Roberto (RDS 63)

https://imgur.com/a/cUhxiTX

Roberto (RDS 63)
Utente
Roberto (RDS 63)

[imgcomment image[/img]

McKenzie
Utente
McKenzie

Insensibile, doveva fischiare un rigore al Toro e far finire il campionato ieri

X