Il punto sull’arbitro Gianluca Aureliano che ha diretto la sfida di San Siro tra Torino e Milan, terminata 1-0

È toccato a Gianluca Aureliano dirigere il match del Meazza tra il Milan e il Torino nell’anticipo della decima giornata disputatosi ieri sera. L’arbitro della sezione AIA di Bologna, che aveva già diretto i granata nella gara vinta sulla Salernitana, ha dovuto confrontarsi con un una contesa piuttosto fisica e spigolosa che ha visto molti duelli “uomo contro uomo” ed è stato costretto a fischiare spesso e ad estrarre sin da subito i cartellini dal taschino.

Il primo, dopo appena 5’, ai danni di Buongiorno autore di una trattenuta su Saelemaekers in ripartenza. Al 10’ stessa sorte per Romagnoli che interviene duro da dietro su Belotti. Giusto anche il provvedimento nei confronti di Singo al 24’ per un intervento in ritardo su Leao. Un minuto dopo i rossoneri lamentano un tocco di braccio in area granata da parte di Bremer che nemmeno il VAR rileva (il pallone, calciato da distanza molto ravvicinata da Saelemaekers, sbatte sul petto del brasiliano). Al 34’ ammonizione per Kalulu per una spinta a Singo nei pressi dell’area milanista. Al 39’ si prende qualche rischio Linetty che entra in scivolata in modo irruento su Leao, Aureliano concede il vantaggio fischiando immediatamente dopo un calcio di punizione per l’intervento di Lukic sempre sullo stesso attaccante portoghese.

Aureliano, giusto lasciar proseguire sul contatto tra Ibrahimovic e Rodriguez

Al 57’ cartellino giallo giusto anche per Pobega che rifila un pestone a Kessie mentre un minuto dopo la fa franca Tonali che interviene da dietro su Brekalo. Al 76’ è corretta la posizione di partenza di Sanabria ben imbeccato di Praet per l’occasione più nitida dei granata. All’84’ il fischietto bolognese non ravvisa irregolarità nel movimento di Praet che “fa ponte” nel liberarsi di Bakayoko prima di effettuare la conclusione che, deviata, colpisce la traversa della porta difesa da Tatarusanu. Al 91’ in area granata Ibrahimovic cade in area simulando un contatto con Rodriguez, giusto lasciar proseguire e non sarebbe stata fuori luogo l’ammonizione per l’attaccante svedese. Al 94’ infine il sesto cartellino giallo del match è per Bakayoko che commette fallo su Lukic.

Alla quarta direzione in partite del Torino, il bilancio di Gianluca Aureliano torna così in equilibrio: due vittorie e due sconfitte.

Var maxischermo
Var maxischermo
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 27-10-2021


1 Comment
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
poggiardo granata69
poggiardo granata69
1 anno fa

Non ci sono stati episodi dubbi,x cui la partita è filata liscia.
Buon x Aureliano.

Torino-Genoa, Giacomelli corretto dal VAR: ma i dubbi restano

Torino-Sampdoria, Fourneau intransigente con Adrien Silva