Il punto sull’arbitro di Carlo Quaranta: ecco il giudizio sulla prova di Giacomelli nella partita tra Torino e Genoa

Non si è fatto notare molto Piero Giacomelli, arbitro designato per dirigere la gara sostanzialmente corretta tra Torino e Genoa, il che è solitamente indice di una buona direzione. Il fischietto della sezione AIA di Trieste ha fischiato il giusto con un metro tendente a lasciar giocare, atteggiamento riscontrabile sui gol di Pobega e sull’autogol di Vasquez poi annullato dal VAR Abisso e sui provvedimenti disciplinari comminati tutti nel finale di gara.

Segna Linetty, ma il VAR corregge Giacomelli: intervento giusto?

Al 31’ è regolare il gol di Pobega concesso da Giacomelli ma messo in discussione attraverso silent check dal VAR per un possibile fallo di Brekalo in avvio di azione ma infine convalidato. Al 52’ situazione un po’ confusa con Linetty che viene contrastato energicamente da Kallon ma Giacomelli lascia proseguire salvo poi fermare il gioco per un fallo molto più dubbio su Singo. Al 59’ Linetty cerca un traversone in area ed il pallone sporcato da Vasquez si infila alle spalle di Sirigu. Ma ancora una volta entra in scena il VAR Abisso che interviene per segnalare un fallo di Djidji su Vasquez ad inizio azione sfuggito a Giacomelli che stavolta si fida del giudizio del collega e annulla: dalle immagini l’intervento duro c’è ma è veramente ai limiti del regolamento ed è pertanto parsa fuori luogo l’intromissione del VAR che teoricamente dovrebbe richiamare l’attenzione dell’arbitro solo per casi meno controversi.

Al 64’ il primo provvedimento disciplinare (inevitabile) è per Vasquez che tocca con la mano il pallone al limite dell’area ligure, poi tocca a Fares che al 79’ atterra Belotti sempre al limite dell’area rossoblu (ed anche questo è ineccepibile) e a Kallon che all’85’ interviene in ritardo su Buongiorno. Più severe le ammonizioni per i granata: all’88’ Pobega allontana ingenuamente il pallone dopo un fischio arbitrale mentre al 93’ Praet termina a terra in area senza essere toccato e si guadagna un cartellino giallo (piuttosto severo) per simulazione.

Lo stesso centrocampista belga rischia la seconda ammonizione un minuto dopo entrando in scivolata su Fares lungo la linea laterale ma Giacomelli concede solo il calcio di punizione. Quello di ieri è stato il ventiduesimo confronto dei granata diretto dall’arbitro triestino con il quale si rafforza il bilancio positivo: 10 vittorie, 6 pareggi e 6 sconfitte sin qui.

Giacomelli
Giacomelli arbitro
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 23-10-2021


17 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
poggiardo granata69
poggiardo granata69 (@poggiardo-granata69)
1 mese fa

Certo che solo a noi…Abisso Gobbo

leonardo (Cairo,le scuse sono finite)
leonardo (Cairo,le scuse sono finite) (@poppi1)
1 mese fa

Punto 1…Abisso…vaffan
Punto 2..l’intervento del var in questi casi è assurdo…siamo a centrocampo,l’arbitro vede e lascia correre,cosa c’entri il var non si sa
Punto 3…provate ad annullare un gol così ai gobbi…poi vediamo in che categoria vanno ad arbitrare sti qua..
Punto 4….Abisso…vaffan ancora.

ardi06
ardi06 (@ardi06)
1 mese fa

Avevo già detto durante la live che solo a noi, il var può intervenire su chiaro ed importante errore arbitrale, questo non è il caso, pure ci fosse stato e non mi sembra, il fallo di djidji non è comunque possibile sia sorroposto a var ed era già successo nel… Leggi il resto »

ardi06
ardi06 (@ardi06)
1 mese fa
Reply to  ardi06

Sottoposto ovviamente

Napoli-Torino, Sacchi a tratti insicuro

Il punto sull’arbitro / Milan-Torino, Aureliano tiene in pugno la gara