Il punto sull’arbitro Rapuano: ha fatto arrabbiare Mourinho, ha dato 2 rigori alla Roma ma il primo è stato tolto dal Var

Non è stata una partita semplice quella dell’Olimpico per Antonio Rapuano, arbitro della sezione AIA di Rimini, designato per dirigere Roma – Torino: l’ambiente particolarmente caldo (soprattutto nella seconda parte di gara) e alcuni episodi nell’area granata hanno tenuto sulla corda il 37enne arbitro romagnolo. Il primo giunge al 24’ ed è proprio quello che Rapuano sbaglia in modo più evidente: su traversone da calcio d’angolo dalla sinistra dell’attacco romanista il pallone supera alcuni giocatori e colpisce Ricci che ha la visuale ostruita ed è colto di sorpresa. Tuttavia la sfera viene deviata dapprima dalla testa e poi carambola sul braccio del centrocampista il quale in gergo compie un’autogiocata. L’arbitro fischia subito il penalty per i giallorossi ma viene richiamato dal VAR Nasca al monitor dove si rende conto che per la dinamica dell’azione non possono esserci gli estremi e così cancella la decisione iniziale e fa riprendere il gioco da Milinkovic-Savic. La direzione nel primo tempo è piuttosto fluida e all’inglese anche se la sostituzione di Vojvoda e un paio di interruzioni producono ben 4’ di recupero.

La direzione del secondo tempo

Al 48’ subito un’ammonizione pesante a carico del diffidato Buongiorno che spende un fallo tattico su Zaniolo che lo aveva superato. Al 53’ cartellino giallo giusto anche per Camara che commette un fallo da dietro su Ricci. Al 63’ rischia Cristante il quale rifila un calcio sullo stinco di Zima che lo aveva anticipato. Intorno al 75’ due episodi controversi nell’area granata: in uno Singo, in netto anticipo, allontana con una rovesciata nella propria area, non si può parlare di gioco pericoloso nei confronti di Ibanez che si trova vicino; nell’altro su un colpo di testa di Mancini c’è un tocco di mano da posizione ravvicinatissima di Rodriguez e un attimo dopo di Zima: il primo intervento potrebbe essere incriminato poiché l’arto dello svizzero non si trova in posizione naturale mentre nel secondo caso Zima ha la mano davanti al volto, in entrambi i casi tuttavia si tratta di eventi inattesi. All’83’ su tiro di Zaniolo il pallone sbatte sul braccio che si trova in posizione naturale, lungo il corpo, di Djidji al limite dell’area ed anche in questo caso fa bene l’arbitro a lasciar proseguire.

Il secondo rigore

Nel finale girandola di emozioni: all’86’ proteste per un presunto fallo di Zima su Belotti, Rapuano lascia proseguire (dalle immagini con ragione, soprattutto considerando il metro utilizzato), Dybala protesta animatamente e viene ammonito; all’88’ cartellino giallo per Tahirovic per una trattenuta su Radonjic, in questo caso le proteste sono dell’allenatore romanista Mourinho che viene allontanato dal campo dal direttore di gara. Al 91’ rigore ineccepibile per la Roma per il netto intervento in ritardo di Djidji su Dybala. Al 94’ sul gol di Matic, Ibanez si trova al di là dell’ultimo difendente del Torino ma la sua posizione è ininfluente poiché Milinkovic-Savic non ha mai la visuale oscurata dalla presenza di Ibanez anche se c’è da dire che questi è anche molto vicino al portiere ed avrebbe potuto comunque ostacolarlo in qualche modo nella parata. Ad ogni modo c’è la conferma da parte del VAR. Infine al 95’ ammonizione per Lazaro per proteste.
Terzo incrocio dei granata con l’arbitro Rapuano con il quale con il pareggio di ieri si sono verificati tutti i risultati possibili: in precedenza vittoria sul Sassuolo nel maggio 2017 e sconfitta contro l’Udinese nello scorso febbraio.

Arbitro Antonio Rapuano
Arbitro Antonio Rapuano
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 14-11-2022


5 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
poggiardo granata69
poggiardo granata69
17 giorni fa

Certo il loro gol un qualche dubbio lo lascia…

Roland
Roland
17 giorni fa

Devo dire che mi ha colpito per la personalità. A me è piaciuto, non è stato per niente fazioso nonostante l’ambiente e la spocchis romanista (specie di Zaniolo e Mancini).

tric
tric
18 giorni fa

Libidine da rigore! In questo caso per fortuna c’è il var, ma gli arbitri dovrebbero essere un po’ più attenti prima di stravolgere i risultati delle partite. Il colpo di testa di Ricci era limpido e forse ha poi sfiorato la palla con la mano che stava ritraendo. L’arbitraggio di… Leggi il resto »

Torino-Sampdoria: Massa, metro non uniforme