La direzione di gara di Dionisi, arbitro al Franchi di Fiorentina-Torino: ecco com’è andata

A distanza di appena diciassette giorni Federico Dionisi è stato chiamato a dirigere nuovamente una partita della squadra di Juric dopo Torino – Verona del 4 gennaio scorso. Anche stavolta l’operato dell’arbitro della sezione AIA di L’Aquila è stato piuttosto lineare: ha dimostrato buona personalità, senso della posizione, ha gestito adeguatamente falli e cartellini ed ha condotto in porto senza eccessi una gara praticamente senza casi da moviola.  Il VAR Mazzoleni è intervenuto, difatti, solo a sostegno di un paio di situazioni di offside da parte di Seck rilevate correttamente sul campo (anche se la seconda è stata millimetrica).

Su Seck giusta la segnalazione

Al 10’ la prima segnalazione con Seck in posizione di offside prima del passaggio per Singo: arbitro e assistente lasciano terminare correttamente l’azione e poi, anche con l’ausilio del VAR, decretano la ripresa del gioco con un calcio di punizione a favore dei padroni di casa. Appena un paio di minuti più tardi il caso più spinoso: su verticalizzazione di Ricci, infatti, Seck trova la via del gol ma si trova oltre tutti i difensori viola al momento del tocco del compagno di squadra; in questo caso il lavoro del VAR (in attesa che dalla prossima giornata parta il cosiddetto “fuorigioco semiautomatico”) è molto più impegnativo poiché l’attaccante senegalese è appena mezza spalla al di là di Milenkovic.

Il giallo a Ricci

Al 44’ il primo (doppio) cartellino giallo del match: Ricci spende un fallo tattico per fermare Saponara, Dionisi fischia il calcio di punizione ed ammonisce dapprima il granata e poi anche Saponara per proteste. Al 50’ giusta ammonizione anche per Duncan che ferma fallosamente Ricci e stesso discorso all’88’ per Sanabria che con una trattenuta impedisce a Gonzalez una ripartenza. 

Nel finale convulso un po’ di fatica per sedare un po’ gli animi dopo l’azione della Fiorentina in area granata con Ikoné che colpisce involontariamente Milinkovic Savic alla testa e Zima che salva in modo pulito su Jovic ad un passo dal pareggio. Tuttavia l’arbitro abruzzese è riuscito a tenere saldamente in pugno la gara non incidendo sull’andamento della della stessa. Per il Torino ora il bilancio complessivo con Dionisi è di tre partite di cui due terminate con una vittoria ed una in parità.

TAG:
home

ultimo aggiornamento: 22-01-2023


1 Comment
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
poggiardo granata69
poggiardo granata69
7 giorni fa

Concordo,è riuscito a tenere la partita in pugno.un piccolo appunto su Bonaventura…nonostante le reiterate proteste nemmeno un cartellino.

Torino-Spezia, su Djidji Ghersini applica il regolamento

Empoli-Torino, Marcenaro all’inglese ma uniforme