Il punto sull’arbitro Massimi che ha esordito ieri con i granata nella sfida tra il Cagliari e il Torino, terminata in pareggio

Il posticipo serale del lunedì allo stadio Unipol Domus di Cagliari è stato affidato a Luca Massimi, fischietto
della sezione AIA di Termoli, alla decima direzione nella massima serie ed all’esordio assoluto con i granata.
A coadiuvare il 33enne direttore di gara molisano per la seconda partita consecutiva e dopo le polemiche
contro l’Empoli c’è stato nuovamente Paolo Silvio Mazzoleni che stavolta non è intervenuto nell’unico
episodio rilevante, sfuggito all’arbitro e non soltanto. Massimi, nonostante l’inesperienza, ha gestito la gara
con buon piglio, qualche evidente sbavatura nell’assegnazione di punizioni e cartellini ma senza errori
grossolani.

Massimi, valutazione corretta sul contrasto tra Joao Pedro e Buongiorno

Giusta la valutazione di lasciar proseguire il gioco al 9’ quando Joao Pedro viene contrastato in area granata
da Buongiorno che sostanzialmente, sentendo la pressione alle sue spalle, protegge palla. All’11’ ancora
Buongiorno rischia per un fallo a centrocampo: stavolta punizione ai sardi accordata e richiamo verbale per il
difensore. Al 18’ la prima ammonizione della gara è per Dalbert per un intervento in ritardo su Sanabria. Al
30’ rimedia il cartellino giallo anche Pobega per un pestone a Nandez, in questo caso Massimi concede
dapprima opportunamente il vantaggio ai rossoblù e poi ad azione conclusa sanziona il centrocampista.

Al 31’ il gol granata va analizzato sotto un duplice punto di vista: sul tiro di Pobega, la posizione di partenza di
Sanabria è dubbia ma regolare per qualche centimetro; in più dopo la ribattuta di Cragno, il pallone sbatte
sull’avambraccio dell’attaccante granata (e poi su quello di Carboni) ma Mazzoleni non richiama all’on field
review Massimi sebbene il tocco (fortuito) avvenga nell’immediatezza del gol e non si tratti di un compagno
di squadra (da quest’anno non punibile) ma del giocatore stesso. Sarebbe potuto essere considerato un tocco
irregolare, il regolamento recita che “è fallo di mano se un giocatore fa gol nella porta avversaria
immediatamente dopo che il pallone ha toccato, anche se in modo accidentale, le sue mani/braccia”. In
questo caso l’ultimo tocco è stato del difensore e non c’è giurisprudenza a riguardo. Al 33’ ammonizione
giusta per Lukic
autore di un fallo tattico su Keita al limite dell’area granata. Il primo tempo finisce con
qualche lamentela di troppo di Joao Pedro che non viene né assecondato né punito da Massimi.

Massimi, nessun rigore per il Cagliari sull’intervento di Zima su Nandez

È subito ammonito, invece, Buongiorno ad inizio ripresa: al 48’ allontana il pallone e viene sanzionato
dall’arbitro. Al 57’ cartellino giallo anche per Zima per un fallo in gioco aereo sul solito Joao Pedro, in
questo caso il provvedimento appare esagerato. Al 59’ inevitabile l’ammonizione per Caceres che commette
un fallo tattico su Pjaca. Nell’ultima parte di gara Massimi interviene più volte spezzettando parecchio il
gioco ma attorno al 75’ non vengono fischiati dei falli in attacco su Zaza e Lukic che sembrano esserci.
Infine all’84’ non c’è fallo da rigore di Zima su Nandez e giustamente il gioco prosegue nonostante qualche
timida protesta da parte dei padroni di casa.
Come detto il 33enne arbitro molisano ha arbitrato per la prima volta la Prima squadra del Torino ma in
carriera ha già diretto la Primavera granata: nei 5 precedenti sono arrivate 4 vittorie e 1 sconfitta.

Mazzoleni
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 07-12-2021


4 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
poggiardo granata69
poggiardo granata69(@poggiardo-granata69)
1 mese fa

Può essere che solo io ho visto il non fallo di Pjaca sulla punizione da cui nasce il pareggio del Cagliari?

AstroMaSSi
AstroMaSSi(@astromassi)
1 mese fa

Non mi è piaciuto, nel secondo tempo fischiava solo a favore del Cagliari e tollerava falli contro i nostri. Male, davvero male.

tric
tric(@tarcisio-ricca)
1 mese fa

Le ammonizioni di Lukic, Buongiorno e Lima erano largamente eccessive ed i falli su Zaza e Lukic erano evidenti. Sui contrasti era chiaramente portato ad essere casalingo. Valutazione: scarso.

angelo62
angelo62(@angelo62)
1 mese fa
Reply to  tric

così come l’ammonizione di Pobega è il risultato di un’azione nata da un fallo netto non sanzionato su Vojvoda

Torino-Empoli, per Colombo esordio in chiaroscuro. Ecco perché ha espulso Singo

Torino-Bologna, per Dionisi difformità negli episodi clou