Il punto sull’arbitro Guida che ieri ha diretto il Toro allo stadio Olimpico di Roma contro i giallorossi

Partita praticamente sempre in rettilineo per l’arbitro Guida della sezione di Torre Annunziata che aveva già diretto la sfida tra giallorossi e granata nella stagione 2012/2013. La gara di ieri, sbloccata e indirizzata già dopo pochi minuti, non ha presentato grosse difficoltà ed è scivolata via senza che l’arbitro sia dovuto ricorrere a decisioni importanti ed anche dal punto di vista disciplinare si è limitato a prendere appena un paio di sanzioni nell’arco dell’intero match.
Uno dei pochi episodi particolari è accaduto nei primi minuti, sul risultato ancora fermo sullo 0-0, quando in area romanista il difensore Emerson toccava il pallone col braccio: tuttavia, il pallone era carambolato sull’arto superiore dopo un primo controllo con la coscia, in modo del tutto casuale e da regolamento non sanzionabile, per cui correttamente Guida ha lasciato proseguire il gioco. Al 14’ viene ravvisata una posizione di offside a Belotti che però era in linea con l’ultimo difendente e quindi in posizione regolare, errore dell’assistente in questo caso. Dall’altra parte, invece, pochi secondi prima del raddoppio romanista, non viene fermata l’azione per un fuorigioco seppur di pochi centimetri, di Salah su lancio dalle retrovie. Al 24’ azione concitata in area giallorossa, Belotti calcia in porta ma l’arbitro ferma il gioco per posizione irregolare in quanto l’ultimo tocco, fortuito, era stato di De Silvestri. Poi diversi falli a metà campo da ambo le parti, tutti concessi e nessun altro caso particolare fino al 45’.

Al 50’ viene negato un corner evidente a Lukic, poi qualche decisione scontenta anche i padroni di casa allorquando il direttore di gara lascia correre anziché interrompere il gioco per concedere il calcio di punizione (Lukic che ferma fallosamente Strootman ad es.). Al 56’ proprio il giovane centrocampista serbo è il primo ammonito della gara per un fallo su Emerson ed al 62’ stessa sorte tocca a Benassi che trattiene Strootman, entrambi i provvedimenti sono appropriati. Al 63’ Nainggolan in scivolata ferma Iturbe in area romanista, forse c’è un contatto ma il belga tocca nettamente prima il pallone. Un minuto dopo sul gol di Paredes c’è Strootman al di là di tutti i difensori granata ma la sua posizione è giudicata ininfluente. Fermata poi al 75’ un’azione romanista conclusa con la traversa colpita da Bruno Peres per una posizione irregolare di Salah. Regolare, infine, la posizione di Maxi Lopez nell’azione del gol granata in quanto sul lancio di Zappacosta, è tenuto in gioco da Vermaelen.
Dopo questa partita il saldo dell’arbitro campano col Torino diventa negativo: tre vittorie, quattro pareggi e quattro sconfitte.


9 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
MV
MV
4 anni fa

@universogranata e @McKenzie. E’ proprio quello che intendevo! Forse non mi sono spiegato bene. Il giallo io lo darei a Manolas, proprio perché chiede il giallo. Ma soprattutto perché lo chiede in una situazione di assoluta tranquillità: 3-0 per la tua squadra a 20 dalla fine e tu ti preoccupi… Leggi il resto »

universogranata
universogranata
4 anni fa

Sorry, Manola, non so, da quest’anno.
Correzioni doverose.

universogranata
universogranata
4 anni fa

Scusa ” mv” , ma quando Manola chiede un cartellino a norma di regolamento andrebbe Lui ammonito! Non do il nr. del codice sportivo ma è così da wuest’anno. Per il resto condivido, per quello che può valere, tutto quatto hai scritto.

Torino-Pescara, Maresca attento

Fiorentina-Torino, Giacomelli con dubbio finale