Il punto sull’arbitro Orsato, fischietto della sezione AIA di Schio, che ha diretto Sampdoria-Torino: ecco l’analisi di Carlo Quaranta

Gestione di gara come sempre molto pulita ed attenta quella di Daniele Orsato, designato per Sampdoria – Torino di ieri pomeriggio. Grazie alla sua autorevolezza, alla sua esperienza ed alla capacità di dialogo con i giocatori ha ridotto al minimo nervosismi e proteste tanto che alla fine si conta un solo cartellino (per Lyanco) giunto peraltro nei minuti di recupero del secondo tempo. Ed anche una potenziale macchia in occasione di un contrasto in area blucerchiata tra Belotti, Thorsby e Tonelli è passata quasi inosservata.

Poco da commentare, soprattutto per i primi 45’: giusto il fuorigioco rilevato a Gabbiadini dopo 4’ e regolare invece (come confermato anche da silent check) il gol di Candreva tenuto in gioco da Bremer al 25’. Vede bene al 37’ quando concede un fallo al granata Lyanco che in un primo momento sembrava esserne l’autore. Al 42’ un intervento falloso di Quagliarella in gioco pericoloso su Vojvoda non viene sanzionato e, pur accorgendosene, Orsato fa riprendere il gioco con la rimessa dal fondo.

Orsato, dubbia la scelta sul contatto tra Belotti e Thorsby nell’area blucerchiata

Al 55’ Quagliarella allontana volontariamente il pallone a seguito di un fallo fischiatogli contro (su Izzo) ma il direttore di gara non sanziona il comportamento del capitano blucerchiato. Al 58’ l’episodio più rilevante: su un cross proveniente da destra Belotti termina a terra in area doriana dopo un contrasto con Tonelli e (soprattutto) Thorsby. Orsato fischia punizione contro il capitano granata per il successivo tocco di mano e, sulle proteste di Belotti, risponde che aveva notato reciproche trattenute (in realtà non documentate dalle immagini) prima che partisse la palla. Il contatto in realtà non appare clamoroso ma stride la spiegazione data dall’arbitro di Schio e il mancato intervento da parte del VAR che in questo caso sarebbe potuto intervenire richiamando Orsato all’on field review. Al 75’ giusta segnalazione di fuorigioco per Zaza, poi negli ultimi minuti il gioco è più spezzettato da numerosi falli. Solo al 95’ tuttavia vi è il primo ed unico cartellino giallo del match a carico di Lyanco per una trattenuta su Keita comminato a fine azione dopo aver giustamente concesso il vantaggio ai padroni di casa.

Dopo la sconfitta maturata a Marassi diventa ancora più negativo il bilancio dell’arbitro veneto con i granata: 5 vittorie, 8 pareggi, 12 sconfitte.

Daniele Orsato
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 22-03-2021


13 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
poggiardo granata69
poggiardo granata69
4 mesi fa

Nell’anticipo tra Crotone e Bologna, l’arbitro Fourneau ha assegnato un rigore molto simile ai calabresi per fallo di Soumaoro, proprio dopo averlo rivisto al monitor. Insomma, la spiegazione diOrsato non convince: le proteste di Belotti sono giustificate, al Toro manca un rigore.

Simone(Toroxever)dito su👆 per gli anonimi 🐰 🐰 🐰 68
Simone(Toroxever)dito su👆 per gli anonimi 🐰 🐰 🐰 68
4 mesi fa

Oh poi tirate fuori qualche altro clone, dai, però occhio che vi sbagliate spesso a rispondervi….

cairo.jpg
Simone(Toroxever)dito su👆 per gli anonimi 🐰 🐰 🐰 68
Simone(Toroxever)dito su👆 per gli anonimi 🐰 🐰 🐰 68
4 mesi fa

Sono le vostre, ruffiani dell’uff. stampa stipendiati da chi, da 16 anni ci ha messo in mano al socio monociglio. Godo come un riccio, hai ragione, a vedervi tribolare per difendere il gobbo di Masio e la vostra paghetta. Il Toro, invece, l’avete ucciso e qui vi ride la faccia,… Leggi il resto »

cairo.jpg
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
4 mesi fa

“…ruffiani dell’uff. stampa stipendiati “
“per difendere … la vostra paghetta.”

Povero zerotreino psico problematico. Messo davvero male. Chi lo conosce lo aiuti. O lo ricoveri.

Torino-Sassuolo, Mariani sorvola sui contatti in area

Torino-Juventus: Fabbri nega un rigore ai granata