Dopo Torino-Juventus e le polemiche per il rigore non fischiato a Belotti, ecco il consueto Punto sull’arbitro di Carlo Quaranta

Promosso ad arbitrare per la prima volta in carriera un delicato derby della Mole, Michael Fabbri ha diretto la partita in modo più flessibile nel primo tempo e man mano sempre più severo nel corso della seconda frazione di gioco per evitare che le scivolasse di mano. Non si può dire tuttavia che non abbia commesso errori nelle sue interpretazioni ed il più grave sembra proprio quello all’8’ quando ha soprasseduto su un intervento di De Ligt su Belotti in piena area di rigore bianconera: su un traversone basso di Rincon, l’attaccante granata aveva anticipato l’avversario mancando l’impatto col pallone ma l’olandese con un intervento scomposto colpiva il piede di Belotti che restava a terra dolorante. L’arbitro della sezione AIA di Ravenna ha lasciato proseguire il gioco e nemmeno il VAR Mazzoleni lo ha richiamato all’on field review non ritenendolo probabilmente un chiaro ed evidente errore; il fatto che Fabbri fosse ben posizionato ed abbia valutato dal campo può essere stato decisivo tanto più se le immagini lasciano qualche dubbio ma non può essere accettabile che nell’arco di un campionato in casi analoghi alcuni vengano rivalutati attraverso la tecnologia ed altri no. Al 18’ ancora uno scontro De Ligt – Belotti, stavolta al limite dell’area: in questo caso Fabbri accorda la punizione ma non prende provvedimenti disciplinari che potevano starci. Al 27’ è regolare la posizione di partenza di Sanabria sul tiro di Mandragora, nessun dubbio dunque sulla legittimità del pareggio granata messa tuttavia in discussione dai bianconeri per un fallo laterale controverso. Al 39’ Chiesa abbatte Belotti, l’arbitro fischia punizione e l’ex viola si scatena in proteste all’indirizzo del direttore di gara che lo redarguisce solo verbalmente. Al 42’ la prima ammonizione del match è per Ansaldi reo di un fallo tattico su Cuadrado il quale si lascia cadere troppo facilmente.

Torino-Juventus: gli episodi del secondo tempo

Al 57’ cartellino giallo (esagerato considerato il metro utilizzato fino a quel momento) a Rincon per proteste mentre un minuto dopo un fallo da dietro di Chiellini su Belotti è punito solo con un calcio di punizione. Al 68’ ammonito anche Cuadrado per un pericoloso fallo di frustrazione a piedi uniti (ed ai limiti dell’espulsione) ai danni di Verdi che lo aveva superato. All’80’ viene dapprima annullato dopo la segnalazione dell’assistente e poi convalidato dopo il check del VAR il gol del pareggio di Cristiano Ronaldo che è tenuto in gioco per questione di pochi centimetri da Bremer al momento del passaggio fortuito di Chiellini. All’85’ cartellino giallo giusto per Sanabria per un fallo su Cauadrado mentre tre minuti dopo viene ammonito Mandragora per un intervento in scivolata sulla trequarti granata ma stavolta a cambiare la decisione non è il VAR ma uno sportivo Bentancur che smentisce l’arbitro facendo cenno di non aver subito fallo. Al 92’ infine scorrettezza di Bernardeschi che si tuffa in area simulando un contatto (che non c’è) con Vojvoda: bravo stavolta l’arbitro a valutare bene e ad ammonire il bianconero sebbene l’azione sarebbe dovuta essere interrotta prima per un probabile fallo su Mandragora.

Torino-Juventus: sul giudizio di Fabbri pesa il rigore non fischiato a Belotti

Come detto la direzione arbitrale di Fabbri è stata a due velocità – molto spezzettata nel secondo tempo – e nel complesso non è stata positiva nonostante non gli sia sfuggita di mano la partita. Pesa sul giudizio anche la valutazione dell’episodio da rigore all’8’ sul quale anche il VAR Mazzoleni ha preferito ponziopilatescamente lavarsene le mani. Nel bilancio con Fabbri il pareggio è il risultato sempre più gettonato per il Torino (questo è il sesto), per il resto tre vittorie e due sconfitte.

Michael Fabbri
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 05-04-2021


14 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
poggiardo granata69
poggiardo granata69
3 mesi fa

Condivido in pieno quello che ha scritto il sig. Quaranta. Mia personale riflessione…
Cuadrado e Chiesa irritanti.

maurone
maurone
3 mesi fa

Io comunque non capisco perché quasi tutti i commentatori dicono che Belotti cicca la palla. Certo la tocca male, probabilmente anche debolmente, ma comunque in anticipo rispetto all’ intervento a forbice di De Ligth che prende entrambe le gambe e la palla che schizza all’indietro tanto che poi l olandese… Leggi il resto »

GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
3 mesi fa

era rigore, punto. ma non mi stupisco piu. Ad ogni inizio campionato e ad ogni meeting arbitrale si consiglia, no, si invita caldamente, no, si urla agli arbitri di usare la VAR. poi troviamo sempre i fenomeni che nemmeno vanno a guardarla. Oppure I VAR che se ne stnno zitti… Leggi il resto »

GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
3 mesi fa

PS

Palla non più nelle disponibilità dell’avversario avversario, Sirigu gli va addosso, rigore (contro)

Palla non più nelle disponibilità di Belotti, De Light lo trancia, non è rigore (a favore)

adoro quando le regole sono univoche e uguali per tutti.

Sampdoria-Torino, Orsato fischia contro Belotti che chiedeva un rigore

Gotti reclama, ma Doveri non sbaglia: le decisioni sono corrette