Torino-Genoa, nessun caso rilevante per Rocchi - Toro.it

Torino-Genoa, nessun caso rilevante per Rocchi

di Carlo Quaranta - 17 Luglio 2020

Il punto sull’arbitro Rocchi, della sezione AIA di Firenze, che ha arbitrato la sfida tra Torino e Genoa, terminata per 3-0 a favore dei granata

Alla sua ultima stagione da direttore di gara, per Gianluca Rocchi quella di ieri potrebbe essere stata anche l’ultima partita nella quale ha arbitrato il Torino che in questa stagione aveva diretto solo nella sfida di Lecce: praticamente arbitro del vero imbocco del tunnel e della probabile uscita della squadra granata (e di riflesso anche dei destini di salentini e liguri). Per l’intero arco del match, l’arbitro toscano ha adottato un metro uniforme e ciò lo scagiona da errori di valutazione nei casi dubbi. Al 4’ Goldaniga commette un brutto fallo da dietro su Belotti ma Rocchi concede solo il calcio di punizione optando per un metro buonista e non estraendo il cartellino ai danni del difensore rossoblu. Al 17’ in area granata un’azione confusa si conclude con un tiro di Pinamonti murato da Bremer che a giudizio di Rocchi subisce fallo: un provvedimento a favore del difendente – come spesso accade – ma apparentemente inspiegabile.

Torino-Genoa, Rocchi coerente per l’intero match

Al 23’ ammonizione inevitabile per Masiello che commette un fallo da dietro su Belotti in fuga. Stessa sorte anche per Goldaniga al 26’, sempre per un intervento falloso sul capitano granata. Al 34’ rischia qualcosa anche Rincon per un intervento in scivolata su Pinamonti. Al 40’ scontro De Silvestri – Barreca, Rocchi concede la punizione a favore del granata che sembra allargare il braccio: altri dubbi. Al 45’ su un cross in area rossoblu Biraschi e Belotti si ostacolano reciprocamente e il fischietto fiorentino, nonostante le proteste del granata, coerente con la sua impostazione tenuta sin dall’inizio, premia anche in questo caso il difendente: in effetti non ci sono gli estremi per un calcio di rigore sebbene, ad onor del vero, avrebbe potuto non ravvisare nemmeno un fallo da parte del granata e lasciar dunque proseguire (fattispecie analoga a quella del 17’).

Toro, bilancio in attivo con il fischietto di Firenze

Al 53’ cartellino giallo per Lyanco il quale un minuto più tardi, nel tentativo di anticipare Pinamonti, commette fallo rischiando già la seconda ammonizione: anche in questo caso Rocchi rimane fedele alla sua linea “permissiva”. Al 58’ timide proteste granata per un presunto tocco di braccio di Masiello in area genoana ma Rocchi fa proseguire e il silent check conferma: non ci sono gli estremi per la concessione della massima punizione. All’86’ viene ammonito anche un nervoso Zaza (che da diversi minuti era coinvolto in vari battibecchi in particolare con Pandev e Zapata) dopo un contrasto aereo con il difensore colombiano.

Per Gianluca Rocchi si è trattato della trentacinquesima gara con i granata e il bilancio – nonostante qualche pecca nei derby – è leggermente in attivo: 14 vittorie, 9 pareggi, 12 sconfitte.

Referee Gianluca Rocchi gestures during the Serie A football match between Torino FC and Genoa CFC. Torino FC won 3-0 over Genoa CFC.

2 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
poggiardo granata69
poggiardo granata69
2 mesi fa

effettivamente data la posta in palio la partita è stata tutto sommato tranquilla.Rocchi da arbitro esperto a diretto bene.

angelo62
angelo62
2 mesi fa

Non sono d’accordo: goldaniga avrebbe dovuto tornare negli spogliatoi a metà primo tempo alla terza entrata proditoria alle spalle su Belotti, mirata unicamente a fare male. Inspiegabile per uno così solerte nel dare il rosso diretto a Glik.