Torino-Inter, un’altra conferma per Tagliavento

di Carlo Quaranta - 9 Aprile 2018

Il punto sull’arbitro Tagliavento dopo Torino-Inter 1-0: il fischietto si conferma un portafortuna del Toro. Direzione di gara convincente

Ancora una volta Paolo Tagliavento si conferma un arbitro portafortuna e da grandi imprese Toro: oltre all’ultima vittoria nel derby nel 2015, l’arbitro di Terni, tra le altre, aveva diretto i granata anche nelle significative vittorie contro la Lazio (due) e la Roma.
Ma Tagliavento non è solo un amuleto, è soprattutto un arbitro internazionale (fino allo scorso dicembre) di comprovata esperienza, autorevolezza e affidabilità, qualità che ha dimostrato per lunghi tratti anche nella partita di ieri fatte salve alcune sbavature soprattutto nell’ammonizione di Belotti e nella concessione di qualche rimessa.
Già al 7’ il primo cartellino giallo del match con il quale mette da subito le cose in chiaro e fa capire di non soprassedere e di punire ogni intervento sopra le righe. Nella circostanza quello ai danni di Baselli in uscita dalla propria trequarti: a farne le spese è Miranda ma in realtà si tratta di un doppio fallo poiché anche Brozovic entrando in scivolata tocca il piede del granata. Al 16’ il 46enne direttore di gara umbro dapprima lascia correre per il vantaggio (fallo su Obi) e poi concede una punizione indiretta per un intervento a gamba tesa di Skriniar su Baselli al limite dell’area nerazzurra: giusta valutazione. Al 21’ forse ingannato dal movimento dell’attaccante, ammonisce Belotti per un gomito sospetto su Gagliardini ma quest’ultimo non viene nemmeno colpito né il gesto del bomber granata sembra intenzionale: in questo caso cartellino giallo indubbiamente esagerato.

Torino-Inter: il giudizio sull’arbitro Tagliavento

Curioso episodio al 22’ quando, dopo una punizione concessa ai nerazzurri per un fallo su Borja Valero, Brozovic batte immediatamente insaccando alle spalle di Sirigu: il gol non è valido poiché col compagno a terra il croato avrebbe dovuto aspettare l’autorizzazione del direttore di gara per riprendere il gioco. Alla mezzora segnalato un offside a Icardi che fa sponda in area per un compagno ma la chiamata dell’assistente appare piuttosto dubbia. Al 39’ cartellino giallo pesante quanto inevitabile per Brozovic (diffidato) che atterra Belotti in ripartenza. Al 43’ giustamente annullato un gol a Falque che si trova in posizione di fuorigioco al momento del tocco di Ljajic ed al 46’ arriva anche l’ammonizione per Gagliardini, anche questa per un fallo sul solito Belotti. Nei primi minuti del secondo tempo succede poco e Tagliavento amministra bene. Al 61’ viene ammonito Baselli per proteste dopo una punizione assegnata all’Inter. Nell’ultimo quarto d’ora alcune segnalazioni sbagliate da parte di arbitro e assistenti portano all’inversione di falli di fondo: al 73’ concesso un corner che non c’è poiché Ansaldi non tocca il pallone mentre al 91’ si verifica la situazione opposta poiché Ansaldi colpisce di testa il pallone ma nella circostanza il gioco viene fatto riprendere con una rimessa dal fondo a favore del Torino. Dopo questa importante affermazione il bilancio dei granata con l’arbitro Paolo Tagliavento diventa ancora più soddisfacente: 10 vittorie, 6 pareggi e 2 sole sconfitte.

più nuovi più vecchi
Notificami
poggiardo granata69
Utente
poggiardo granata69

abbiamo vinto e va bene così,ma dire che sia stato impeccabile non direi proprio.ammonizione a Belotti x un fallo che solo lui a visto e molti falli ai nostri danni non fischiati.che poi alla fine sia un amuleto non ci piove.quindi va bene così.

Roberto (RDS 63)
Utente
Roberto (RDS 63)

Tagliavento grande arbitro!

X