Bologna, Sinisa Mihajlovic parla della malattia e rinnova fino al 2023

Mihajlovic rinnova e parla della malattia: “Mi sento più forte di prima”

di Veronica Guariso - 17 Giugno 2020

Bologna, Sinisa Mihajlovic, ex tecnico granata, torna a parlare della malattia e arriva il rinnovo con i rossoblu fino al 2023

Sinisa Mihajlovic è definitivamente tornato. 7 mesi dopo il trapianto di midollo necessario a curare la forma di leucemia che lo ha colpito a luglio 2019, il sergente di ferro è tornato a parlare della sua malattia. “Io sto bene, mi sento forte. Sono passati quasi 7 mesi dal trapianto e il peggio dovrebbe essere passato. Ci vuole però almeno un anno prima di tornare alla normalità.“, queste le sue parole nella conferenza di presentazione della campagna “Con Sinisa per la ricerca”, in occasione della Giornata Nazionale per la lotta contro le Leucemie, i Lifomi e il Mieloma. L’AIL, Associazione Italiana Leucemie, di Bologna ha infatti scelto di impiegarlo come testimonial dell’iniziativa a sostegno dei giovani Ricercatori dell’Istituto di Ematologia “L.eA. Serganoli del Policlinico Sant’Orsola”. non è però l’unica buona notizia che riguarda l’ex tecnico granata: è infatti arrivato anche il rinnovo con il Bologna.

Mihajlovic: “Importante andare allo stadio”

Il club emiliano ha infatti scelto di prolungare il contratto di Mihajlovic fino al 30 giugno 2023 e lo ha comunicato tramite i propri canali ufficiali. Ora il tecnico, che negli scorsi giorni ha mostrato di essere nuovamente al top della forma, è pronto a tornare a guidare i suoi per chiudere al meglio una stagione turbolenta sotto molti punti di vista.

Sono orgoglioso di essere uomo immagine di Ail visto quello che ho passato. Mi sono sempre stati vicini durante la malattia. Cavo decideva se potevo andare allo stadio o no. Non lasciandomi andare mi avrebbe fatto più male, dal punto di vista motivazionale per me era troppo importante.”, queste le parole sull’iniziativa dell’AIL che lo vede come protagonista.

Il tecnico del Bologna: “Mi sento più forte di prima”

Sulla malattia e i prossimi passi: “Ci sono momenti in cui mi sentivo davvero stanco, l’importante in quei casi è non esagerare e fare solo ciò che ti senti. Il prossimo controllo è a settembre, poi ne avrò un altro a dicembre e piano piano rientrerò nella normalità. Nelle cose che faccio comunque mi sento più forte di prima, forse perché ho preso un midollo giovane. C’è grande soddisfazione nel sapere che puoi salvare una vita. Se lo avessi saputo, avrei donato il midollo. Un piccolo sacrificio per chi lo fa, ma un grande dono per chi lo riceve.”.

Sinisa Mihajlovic, Bologna
Sinisa Mihajlovic, Bologna

1 Comment
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Giankjc (più Toro e meno guinzagli&collari)
Giankjc (più Toro e meno guinzagli&collari)
3 mesi fa

Splendida notizia e bella iniziativa del Bologna che ha saputo valorizzare il valore, lo spessore e il coraggio di quest’uomo.
Esattamente l’opposto della cairese.
Bentornato Mister.