Cagliari-Torino, la presentazione della squadra di Zenga

Un Cagliari a due facce: un ottimo inizio di stagione, poi il crollo

di Veronica Guariso - 26 Giugno 2020

La presentazione del Cagliari / I rossoblu, decimi in classifica, sono reduci dalla vittoria con la Spal. Con 16 gol in attivo Joao Pedro è l’asso di Zenga

Prima vittoria dopo 7 sfide per il Toro contro l’Udinese, ma neanche il tempo di metabolizzarla, perchè incombe la trasferta di Cagliari. I granata sfideranno i rossoblu sabato alle 19.30 nell’ultima partita prima del tour de force, che li vedrà poi impegnati con Lazio e Juventus. Si prospetta un’occasione ghiotta per Longo ed i suoi, che possono dare continuità a quanto fatto nel post-lockdown. Ad attenderli il Cagliari di Zenga, reduce dalla vittoria contro la Spal, arrivata al 94′ grazie a Simeone, ma che non portava a casa i 3 punti da 12 partite. L’ottimo inizio stagione, con 13 risultati utili consecutivi, è poi stato sostituito da un crollo dopo la socnfitta con la Lazio, che ha segregato il club sardo in decima posizione. Non si prospetta comunque un’avversaria facile: 9 vittorie, 8 pareggi e 10 sconfitte per il Casteddu, che all’andata si era fatto recuperare dopo un primo vantaggio targato Nandez dai granata al 69′, con la rete di Zaza.

I rossoblù rendono meno in casa

Per quanto riguarda il rendimento in casa, nonostante il numero di gol maggiore rispetto alle sfide fuori dalle mura amiche (25 contro 18), così come quello di vittorie ottenute (5 contro 4), sono in realtà 17 i punti realizzati, contro i 18 in trasferta. É infatti superiore anche il numero di sconfitte collezionate alla Sardegna Arena, così come i gol subiti, dato insolito rispetto a ciò a cui ci ha abituati negli ultimi anni, con lo stadio considerato come un fortino difficile da espugnare. I rossoblu restano comunque una delle squadre che realizzano più gol: ne hanno già 43 in attivo, lo stesso numero di reti segnate dal Napoli, ma a differenza dei partenopei ne hanno subite parecchie (42), portando la differenza reti a 1. É un’arma a doppio taglio, che potrebbe favorire i granata.

Cagliari, Joao Pedro è l’arma in più con i suoi 16 gol in attivo

Il Toro, dal canto suo, è uno dei club che hanno segnato meno in questa stagione, ma potrebbe sfruttare le lacune difensive del Cagliari. I rossoblu possono però far male in attacco: è Joao Pedro, obbiettivo di mercato dei granata, il giocatore con più gol in attivo per il Casteddu. Ha infatti già segnato ben 16 gol, l’ultimo arrivato contro la Roma, che lo ha visto brillare con la sua doppietta. Secondo ma non meno importante è invece Giovanni Simeone, a quota 8 reti in attivo, che ha permesso ad i suoi di strappare una vittoria all’ultimo contro la Spal. Il Toro dovrà perciò essere bravo a neutralizzare la coppia d’attacco rossoblu, facendo leva sulle qualità difensive dei suoi.

Izzo e Joao Pedro
Izzo e Joao Pedro in Torino-Cagliari