De Paul come Fofana: che intreccio di mercato con il Toro

De Paul come Fofana: che intreccio di mercato con il Toro

di Valentino Della Casa - 31 Ottobre 2016

L’attaccante argentino era stato seguito con insistenza nelle scorse stagioni, ma l’operazione non andò a buon fine. Arriva in Italia tre anni dopo

Fofana? Sta facendo bene, potevamo prenderlo. Ma ci è stato presentato come un mediano, e abbiamo virato su altri obiettivi“. Lo ammette candidamente Sinisa Mihajlovic, in occasione della conferenza di presentazione di Udinese-Torino. Il Toro avrebbe potuto acquistare il centrocampista ex Manchester City, ma ha poi mollato il colpo. Nulla di speciale: si tratta di incroci di mercato che in un mondo sempre più frenetico come quello del calcio si verificano quotidianamente. Diverso è invece seguire un giocatore con particolare insistenza, per poi lasciarlo andare per svariati motivi: è questo quanto accaduto a Rodrigo De Paul, attaccante argentino classe ’94, prelevato dall’Udinese a circa 3 milioni dal Valencia.

Un giocatore talentuoso, che non ha nel gol la sua arma migliore, ma si dimostra capace di mandare a rete i compagni. Un giocatore, soprattutto, che il Toro di Ventura aveva seguito per diversi mesi, quando acora militava nel Racing Avellaneda, nell’estate 2013. Dopo essersi salvato, il Toro voleva iniziare a impostare un lavoro a lungo termine, andando a cercare anche promesse dall’estero sulle quali investire.

Diversi eran stati i contatti con gli argentini, ma il prezzo (circa 4 milioni di euro) aveva spaventato la dirigenza granata, non ancora avvezza a concludere le operazioni portate a termine più di recente. Così, De Paul è rimasto ancora un anno in Sud America, prima di spiccare il volo in direzione Spagna, da quel Valencia che corrispose oltre 6 milioni di euro per il suo cartellino. In 34 gare, disputate in un anno e mezzo, l’attaccante ha però segnato soltanto una rete: di qui, il prestito di ritorno al Racing per ritrovare fiducia e cercare con calma una nuova destinazione.

L’Italia era nel suo destino, e l’offerta dei Pozzo si è rivelata vincente. Ora, dopo cinque gare disputate, De Paul sta cominciando a ingranare: può, anche lui, diventare un giocatore importante per il campionato italiano, e di fronte a lui, quest’oggi, ci sarà proprio quel Torino che sembrava vicino a lui ma che, poi, ha preferito non affondare il colpo. Questione di scelte, non necessariamente di rimpianti. Ma l’intreccio di mercato avrebbe potuto essere particolarmente interessante.

più nuovi più vecchi
Notificami
Charlie66
Utente
Charlie66

comprato a 6 venduto a 3 dopo 1 gol fatto… e beh sarebbe stato un affare

Massimo (max63)
Utente
Massimo (max63)

Il fatto e’ che al Toro sbagliano sempre le presentazioni. De Paul fu presentato come Ru Paul.

Roberto (RDS 63)
Utente
Roberto (RDS 63)

In realtà a Petrachi, Fofana fu presentato come Lola Falana.???

Massimo (max63)
Utente
Massimo (max63)

:-)))) Lascia stare, presi una cotta per lei. Avro’ avuto 6 anni!

Roberto (RDS 63)
Utente
Roberto (RDS 63)

Non conosco questo Fofana, ho visto DePaul contro i gobbi, è stato l’uomo in più delle merde causando da stupido il rigore in loro favore, per quanto visto in quella partita molto meglio a Udine che da noi.