Lazio, Diaconale attacca la Juventus sulla ripresa del campionato

Diaconale contro la Juve: “C’è chi vorrebbe annullare il campionato per pensare alla Champions”

di Veronica Guariso - 30 Marzo 2020

Diaconale tramite il profilo Facebook attacca la Juventus, accusata di voler interrompere il campionato per concentrarsi sulla Champions

Continuano le polemiche e le provocazioni legate al futuro di questo campionato, ancora in dubbio e che potrebbe trovare il responso finale al proseguimento o allo stop verso Pasqua. Nell’occhio del ciclone ancora una volta c’è Arturo Diaconale, respondabile della comunicazione della Lazio, che tramite Facebook ha voluto spiegare il perchè di certe sue affermazioni e provocazioni. In particolare, è tornato sulla questione scudetto, difendendo la posizione assunta dal club biancoceleste che vorrebbe la ripresa del campionato, attaccando poi le volontà di altri club.

Diaconale: “Legittimo l’interesse della Lazio a finire il campionato

In modo velato e non troppo esplicito, Diaconale su Facebook ha evidenziato di non essere d’accordo con la Juventus: “Mi sono reso conto dell’esistenza di pregiudizi ingiustificati nei confronti della Lazio, del suo Presidente Claudio Lotito e dei suoi tifosi. Questi pregiudizi premono sulla mia coerenza controcorrente e mi impongono di intervenire con le mie armi professionali. Di qui le battaglie per difendere la stragrande maggioranza dei laziali da accuse frutto di prevenzioni antiche ed infondate. Le polemiche per spiegare che il legittimo interesse della Lazio a finire regolarmente il campionato non nasce dalla pretesa di vincere lo scudetto a tavolino, ma solo dalla speranza di poterlo conquistare sul campo e per rilevare come questo interesse abbia la stessa legittimità di quello di chi vorrebbe annullare il campionato in corso o per avere lo scudetto d’ufficio e potersi dedicare solo alla Champions o per evitare una rovinosa retrocessione.

Diaconale: “Polemiche nei confronti di un inconsapevole ministro che non conosce il ruolo del calcio nel nostro Paese

Parole dure, che però proseguono anche riguardo ad altre scelte ed altri soggetti: “Le polemiche nei confronti di un inconsapevole ministro che non conosce il ruolo del calcio nell’economia e nell’immaginario collettivo del Paese. Ma soprattutto le polemiche per interrompere quella vulgata politicamente corretta e frutto di interessi precisi che tende a dipingere sempre e comunque Lotito non come un imprenditore che ha costruito negli anni una società sana ed una squadra competitiva recuperandola da una condizione drammatica e fallimentare ma una sorta di diavolo del calcio nazionale che si permette di mettersi di traverso ai potenti per eredità, censo o grande presenza mediatica e che per questo va relegato nell’inferno fasullo ed ipocrita dei presunti cattivi.“.

Lazio 2019/2020
Lazio 2019/2020

1 Comment
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
guidone
guidone
7 mesi fa

forse tutti questi signori non hanno ancora capito che alle persone non gliene frega assolutamente più una mazza del mondo pallonaro,del campionato,dei loro soldi,interessi,guadagni e meschinerie varie..ci sono bisogni leggermente più importanti d’ora in avanti..