La Top 11 della 17ª giornata / Oltre al belga del Napoli tra i migliori dell’ultimo turno c’è anche Simeone, prossimo avversario del Torino

Vedere quattro gol segnati da un unico calciatore nella stessa partita non è un evento che capita tutti i giorni. È successo però domenica al San Paolo e a farne le spese è stato il Torino: uno scatenato Dries Mertens ha messo ferro e fuoco la difesa granata, ha battuto Hart una prima volta anticipando tutti in area e raccogliendo un cross dalla destra, la seconda volta si è invece procurato un rigore che lui stesso ha trasformato, la terza volta ha raccolto un respinta di Rossettini (sempre su un suo tiro) e ha facilmente depositato il pallone in rete e, infine, ha realizzato un vero e proprio capolavoro con il pallonetto del momentaneo 5-2. Come se non bastasse, ha dato il via anche all’azione del gol di Chiriches. Mertens non poteva quindi che essere tra i tre attaccanti della Top 11 della 17ª giornata.

Accanto al giocatore del Napoli c’è uno dei prossimi avversari del Torino in campionato: Giovanni Simeone. Il baby centravanti del Genoa, contro il Palermo, di gol non ne ha fatti quattro ma ha messo comunque a segno una doppietta, arricchita anche dall’assist per il gol di Ninkovic. Due gol li ha realizzati anche Mchedlidze, ma se l’Empoli è riuscito a battere il Cagliari è anche grazie alle parate di Skorupski, capace di neutralizzare anche un calcio di rigore. Tra i giocatori che più si sono messi in luce nell’ultimo turno di campionato c’è anche il palermitano Quaison, autore di uno dei gol più belli della giornata insieme al già descritto pallonetto di Mertens e al sinistro di Higuain. A proposito di Juventus, nella Top 11 della 17ª giornata sono presenti anche due giocatori bianconeri: il difensore Rugani e il centrocampista Sturaro.

Questa la Top 11 della 17ª giornata:

Skorupski (Empoli)
Masina (Bologna) Rugani (Juventus) Dainelli (Chievo)
Candreva (Inter) Quaison (Palermo) Viviani (Bologna) Sturaro (Juventus)
Mertens (Napoli) Simeone (Genoa) Mchedlidze (Empoli)

 


2 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
rotor
rotor
5 anni fa

Siamo riusciti a far godere ADL che mettera’ una clausola rescissoria di almeno 60 milioni e il giocatore che otterra’ un ricco rinnovo contrattuale.Chi sara’ il prossimo beneficiario,Simeone?

Ale67
Ale67
5 anni fa

Osservate la foto: Mertens batte il rigore, Belotti concentratissimo si lancia per prendere un’eventuale ribattuta di Hart mentre Zappacosta sta con le mani sui fianchi manco fosse un pensionato che osserva un cantiere stradale. Anche da queste cose si vede la differenza di mentalità che c’è tra i due.

Torino-Genoa: rossoblù senza Perin e Rigoni

Serie A, la 18ª giornata: si parte stasera con Atalanta-Empoli