Torino-Roma, la presentazione dell'avversaria 19-20

Toro, ecco la Roma, tra campo, problemi societari e il licenziamento di Petrachi

di Veronica Guariso - 28 Luglio 2020

La presentazione della Roma / I capitolini arrivano da 5 risultati utili consecutivi. Fonseca ha intanto recuperato alcuni dei suoi

Salvezza raggiunta con due giornate di anticipo, ma il campionato non è ancora finito. Per redimersi dall’ultima delusione raccolta contro la Spal, che ha portato al raggiungimento dell’obbiettivo stagionale, ma non alla vittoria della dodicesima partita, il Toro deve sfruttare le ultime due occasioni disponibili. La prossima avversaria nel mirino è la Roma di Fonseca, già battuta all’andata per 2-0 grazie alla doppietta di Belotti. Una replica del Gallo lo porterebbe di nuovo al gol dopo tre match senza. I giallorossi, in quinta posizione, sono però degli ossi duri. Arrivano infatti da 6 vittorie da dopo il lockdown, 3 sconfitte ed un pareggio, una buona media che ha assicurato loro un posto in Europa League.

Roma, tante questioni societarie in questa stagione

La lotta per la competizione non è ancora del tutto chiusa: servirebbe una vittoria dei giallorossi per mettere al sicuro la quinta posizione, con il Milan che incombe. La Roma potrebbe approfittare della mancanza di obbiettivi del Toro per affondare il colpo, che assicurerebbe inoltre ai giallorossi il sesto risultato utile conscutivo. Intanto proseguono le questioni societarie che hanno visto prima un cambio di direzione sulla cessione del club da parte di Pallotta prima, ed il licenziamento di Petrachi, vecchia conoscenza del Toro, poi, seguito dalle probabili dimissioni di De Sanctis. Il club capitolino ha subito una flessione verso il basso dopo la quarantena, che sembrava aver stoppato Fonseca ed i suoi, bravi però ad invertire in fretta la rotta, tornando a vincere. Il Toro intanto, che ha da poco sfatato il mito delle 8 sconfitte consecutive fuori casa, torna tra le mura amiche, dove rende meglio. La Roma però non ha patito particolarmente le trasferte, mantenendo un certo equilibrio nei risultati.

Roma, con Fonseca un gioco più offensivo

Intanto Fonseca, che ha portato ad un nuovo modo di giocare nella capitale con il suo gioco posizionale e piuttosto offensivo, potrebbe aver recuperato alcuni elementi importanti in un campionato con scontri così ravvicinati come questo: ÜnderSanton e Ibanez sono tornati ad allenarsi in gruppo. Chi invece è ancora in dubbio è Mirante, mentre Lorenzo Pellegrini, miglior assistman giallorosso (9 volte autore del passaggio chiave per i compagni) è definitivamente fuori dai giochi. Il tecnico portoghese può anche contare di nuovo su Zaniolo, tornato al gol contro la Spal e che ha così riacquistato fiducia. Il miglior marcatore della Roma resta però Edin Dzeko, re dei gol di testa in questo campionato (6 totali), ma con una media realizzativa bassa contro i granata: è infatti andato a segno solamente due volte in Serie A contro il Torino.

Nicolò Zaniolo, Roma
Nicolò Zaniolo, Roma

1 Comment
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
maurone
maurone
15 giorni fa

Quelle due volte però sono bastate a condannarci alla sconfitta casalinga, l ultima delle quali proprio immeritata. E attenzione a Zaniolo, , con noi segna anche con il sedere in terra.