Solo 4 successi contro Milan, Bologna, Juve e Lazio. Per il resto i friulani, dopo i botti, hanno faticato e i granata possono approfittarne

Il gol di Oier Zarraga a garantire tre punti preziosissimi all’Udinese nella fitta lotta salvezza. La squadra di Gabriele Cioffi si trova ora in tredicesima piazza a +3 sul terzultimo posto, grazie a un altro scherzetto inflitto ad una grande della Serie A. Tremende le conseguenze per la Lazio, che in quattro e quattr’otto si è ritrovata senza una guida tecnica, con le dimissioni presentate alla società da parte di Maurizio Sarri. Fin qui sembra che l’Udinese esista solo per questo, per generare inquietudini e panico tra chi è abituato alla prima pagina. Non a caso, tutte le 4 vittorie conquistate dai friulani in questa stagione sono giunte contro formazioni che occupano la parte sinistra della classifica, con obiettivi di qualificazione europea. In ordine di tempo Milan, Bologna, Juventus e Lazio le vittime di gioie piuttosto estemporanee nel percorso oscillante dell’Udinese. Tra un successo e l’altro lunghissime parentesi di pareggi e sconfitte che hanno trascinato i friulani verso il fondo, prima dell’ennesima impresa con una big volta a rasserenare per almeno per qualche turno gli animi e mettersi alle spalle la paura delle sabbie mobili.

All’andata 1-1: nessuno pareggia quanto l’Udinese

L’Udinese si esalta con i riflettori puntati, più prestigiosi, mentre lascia a desiderare quando è la volta di scontri diretti salvezza, come nei recenti appuntamenti con Cagliari e Salernitana da cui ha racimolato soltanto 2 punti. I pareggi, appunto, come leitmotiv della stagione: 15 il dato sugli X dei friulani, il più alto dell’intera Serie A. Ne sa qualcosa il Torino, fermato sull’1-1 in casa lo scorso 23 dicembre, col rischio beffa sedato dalla rete fortunosa di Ilic sul fotofinish. La squadra di Cioffi la giornata seguente avrebbe poi dato una lezione al Bologna con un netto 3-0, per poi nuovamente fermarsi contro la Lazio (1-2 per i biancocelesti) e attendere il 12 febbraio per un’altra vittoria, a Torino sponda Allianz Stadium (0-1, marcatore Lautaro Giannetti). Sei giorni più tardi, l’1-1 col Cagliari. Stesso risultato maturato con l’Atalanta dopo il primo acuto stagionale dello scorso 4 novembre ai danni del Milan a San Siro, frutto della rete dagli undici metri decisiva del “Tucu” Roberto Pereyra.

Solo in quattro son passati in casa dei friulani

“Ora dobbiamo ripartire coi piedi per terra, senza fare voli pindarici, perché dopo partite straordinarie abbiamo sempre faticato”, parole di Gabriele Cioffi nel post partita del successo con la Lazio. Un messaggio chiaro, rivolto a una squadra chiamata alla maturità, ancora alla ricerca della continuità sul piano dei risultati. Il Toro ha dunque uno stimolo in più, quello di dare invece continuità alla tendenza dell’Udinese. Non vorranno essere di certo i ragazzi di Juric quelli che si presentano alla festa quando già è stata spazzolata la torta. Logico dunque non abbassare mai la guardia. I friulani, dal canto loro, cercano risposte importanti proprio di fronte al proprio pubblico, che rappresenta un’arma a doppio taglio. Spinta come anche pressione che – come ha affermato Cioffi – “non riusciamo a gestire”. Vedremo se espugnare l’Olimpico di Roma possa aver in qualche modo accresciuto l’autostima dell’Udinese o se sarà il Toro con una prestazione convincente a fare uno step in avanti, ad aggiungersi a Juventus, Fiorentina, Lazio e Milan all’elenco delle squadre tornate da Udine con l’intero bottino.

Gabriele Cioffi, head coach of Udinese Calcio, gestures during the Serie A football match between Torino FC and Udinese Calcio.
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 14-03-2024


6 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
James71
1 mese fa

Premesso che ovviamente potrebbe succedere (ma non sarebbe certo colpa dell’articolo semplicemente una squadra che ha battuto gobbi, Milan, Lazio quasi la Fiore e in casa 3-0 il Bologna può benissimo battere noi al solito pure in condizioni di emergenza…), ovviamente mi auguro invece che questa statistica s’interrompa con un’altra… Leggi il resto »

Emil
1 mese fa

Ed eccolo puntuale l articolo porta fortuna 😀

Fabio (febius6)
1 mese fa

La cosa non sorprenderebbe per nulla, a parte l’atavica capacità di resuscitare chiunque, basterebbe prendere in esame i risultati recenti di tre squadre in piena crisi (Lazio, Sassuolo e Salernitana) per accorgersi che i pochi punti fatti (se non addirittura gli unici) sono arrivati con l’effecì…

Charlie66
1 mese fa

e ogni volta che ci penso parte il frullino nelle parti basse… 🤬

Rob70
Rob70
1 mese fa

Ciao Fabio , attento a dire queste cose perché, stamattina, ad una mia previsione negativa sul derby , scimmionelli mi ha rimproverato dicendo che ha l’impressione che noi speriamo nella sconfitta del toro, quindi, é probabile che faccia la paternale anche a te 😂😂😂😂😂

Fabio (febius6)
1 mese fa
Reply to  Rob70

Ciao Rob, non sarebbe un problema, ho la collezione delle paternali della scimmietta! Ormai recito a memoria termini come “zerotreino”, “ukase” “agit-prop”, “vehcairopiciu”, “busiarda”…

Torino, ecco l’Udinese: bianconeri a caccia di punti salvezza

Fiorentina, malore per il Dg Barone: rinviata la sfida contro l’Atalanta