Agnelli e la Super Champions: “Non riguarda le big ma il calcio europeo”

di Giulia Abbate - 7 Giugno 2019

Il presidente dell’ECA Andrea Agnelli a Malta: “C’è molto da discutere per trovre soluzioni nell’interesse del calcio europeo”

Dopo le opposizioni arrivate dalla Liga e della Premier alla Super Champions, la riforma prevista per il 2024, l’ECA, l’European Club Association, presieduta da Andrea Agnelli si è riunita nella giornata di ieri a Malta per un’assemblea generale durante la quale è stato proprio il presidente Agnelli a commentare la situazione: ” Questa riforma non riguarda in realtà i grandi club: questa riforma riguarda l’Europa. Abbiamo una visione collettiva: ognuno di noi viene da un paese diverso con una lega diversa con diverse questioni e opportunità, ma cerchiamo di trovare risposte che tengano conto del calcio europeo nel suo complesso, non dei singoli mercati. Alla base di tutto c’è la stabilità nell’accesso alle competizioni. Sono i club dal 16esimo al 40esimo o 50esimo posto nel ranking che corrono i maggiori rischi di non poter crescere in un sistema europeo a causa dell’attuale sistema“.

Eca parla il presidente: “Oggi è l’inizio di un processo di consultazione”

Tanti no, dunque, alla riforma delle coppe europee portata avanti dall’ECA che, come anticipato, si è riunita a Malta dove il suo presidente Andrea Agnelli ha voluto ribadire come questa riforma aiuterebbe le squadre, non solo le big, a trovare una maggior stabilità per quanto riguarda l’accesso alle coppe: “L’Ajax ha disputato la semifinale della Champions League quest’anno, vincendo campionato e coppa ma dovrà ripartire solo dai turni preliminari. Come può l’Ajax crescere così? Ciò che è stato davvero deludente finora è che l’intera discussione è stata guidata da rappresentanti dei cinque grandi campionati e questo lo considero come un voler proteggersi di fronte al resto del calcio europeo“.

Se vogliamo trovare soluzioni per il bene del calcio europeo dobbiamo fare un passo indietro e uno avanti, e provare a vedere le cose da un livello diverso. Dovremmo cercare di metterci nei panni gli uni degli altri e capire qual è la soluzione migliore per il futuro. Per quanto mi riguarda, per quanto riguarda l’ECA, oggi è l’inizio di un processo di consultazione. C’è molto da discutere e molto tempo da dedicare a questo, per trovare soluzioni nell’interesse del calcio europeo“.

più nuovi più vecchi
Notificami
TorinoGranata (ex GD) contento ma non accontentista!
Utente
TorinoGranata (ex GD) contento ma non accontentista!

lo dico senza doppi sensi. sono lieto di vedere almeno un fronte comun e contro il gobbo dei gobbi. a parte uno che è riuscito a metterci dentro cairo anche qui. vita da incubo immagino. io invece reitero ilmio agnelli, ma vaffffffffffffffff

TorinoGranata (ex GD) contento ma non accontentista!
Utente
TorinoGranata (ex GD) contento ma non accontentista!

non stai proprio nbene. aspirina. Tra l’altro la Beretti ha appena vinto lo scudetto. gioite qualche volta zerotreuini. alemno fate finta di tifare toro. tifare ugauale sostenere. davvero brutta annata per qualcuno qui

DSR
Utente
DSR

Per te sempre belle annate…quest’anno poi direi fenomenale settimo posto e record di punti, queste si che sono soddisfazioni, un giorno potrai addirittura dire “io c’ero”.

gix
Utente
gix

la gente pensa sempre male poverino,e invece tu pensi al bene dei più deboli…VAI A C….E !!!!!!