A titolo personale è stato aperto un prestito di 30mila euro per l’acquisto della Balilla di Meroni, originariamente concessa dalla famiglia

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato del Museo del Toro in merito alla recentissima acquisizione della “Balilla“, la storica macchina di Gigi Meroni. Appartenente alla famiglia, l’automobile esposta al Museo è stata acquisita grazie all’accensione di un prestito aperto a titolo personale. Ecco il comunicato:

Recentemente la famiglia Meroni aveva espresso il desiderio di cedere la macchina e ci aveva offerto una prelazione. La cifra richiesta, 30.000 euro, ovvero esattamente il doppio di quanto valutato da un esperto del settore, che ben conosce la macchina in questione, era decisamente alta, ma non ce la siamo sentita di lasciare che la storica vettura finisse nelle mani di qualche collezionista privato, che l’avrebbe tenuta gelosamente per se, privando la gente granata e gli sportivi tutti, del piacere di ammirarla nelle sale del Museo. Abbiamo così fatto uno strappo alla regola, ovvero di non acquistare cimeli, in considerazione del fatto che si trattava dell’unico pezzo di altissimo livello, esposto al museo, non di nostra proprietà.

Siccome l’Associazione Memoria Storica Granata, ovvero l’ente che ha dato vita e che gestisce il Museo, è una associazione senza fini di lucro e senza grosse disponibilità economiche e quindi non finanziabile direttamente, l’unica soluzione è stata rivolgersi ad una banca per un prestito personale della durata di cinque anni, sottoscritto dal Presidente, Domenico Beccaria, dal Direttore, Giampaolo Muliari e dalla Responsabile Amministrativa, Maria Rosa Mascheroni, che fornendo garanzie bancarie e immobiliari personali alla banca, hanno ottenuto in prestito la cifra che ha consentito l’acquisizione definitiva del cimelio.

Chiunque intendesse aiutare il Museo nel pagamento del prestito, con un offerta mirata a questo scopo, può effettuare un bonifico sul conto IBAN IT10S0311133220000000000238 Intestato a Beccaria, Muliari e Mascheroni, presso UBI Banca di Lainate. Nella causale non è necessario specificare nulla, trattandosi di un conto dedicato, aperto appositamente per questa operazione e non usato per altri scopi diversi. Ci è gradito invece il vostro nominativo ed indirizzo, per potervi ringraziare personalmente uno ad uno.
Un ringraziamento particolare va al Toro Club “Amici del Fila” di Caraglio (CN) che con la raccolta fondi a favore del Museo, effettuata durante la cena sociale di venerdì 23 giugno scorso, è stato, senza saperlo, il primo contributore. I 600 euro che il presidente del club, Ferruccio Franza, ci ha affidato, sono i primi, speriamo di una lunga lista, a finire sul conto per estinguere il prestito.


30 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Alberto (Lovi)
Alberto (Lovi) (@lovi)
4 anni fa

avreste dovuto far trattare Cairo… la portava via a 1000 euro; tra l’altro quell’auto non sarebbe potuta mai uscire dal Museo… avrei proprio voluto vedere come la portavano via… e chi conosce da vicino la faccenda sa di cosa parlo

Alberto (Lovi)
Alberto (Lovi) (@lovi)
4 anni fa
Reply to  Alberto (Lovi)

comunque bravo Museo; questa cosa ci preoccupava da un paio di anni. Triste che la famiglia abbia voluto monetizzare… son tempi duri…

ginostra
ginostra (@ginostra)
4 anni fa

come sempre il cacciatore fa quello che vuole (visto che si crede Dio sceso in terra )e poi va a chiedere i soldi agli altri….decide tutto lui? allora paghi pure lui !!! intanto di soldi ne ha a uffa!!!

Mimmo75
Mimmo75
4 anni fa

MuseoDelToro 14:20, non l’ho capita la battuta. Perchè proprio su Padelli? Non ha mantenuto la promessa di acquistare i seggiolini? E se così fosse, siete al corrente anche di altre promesse da marinaio? Grazie e complimenti per l’acquisto dell’auto di Meroni.

ExIgneFaxArdetNova
ExIgneFaxArdetNova (@exignefaxardetnova)
4 anni fa
Reply to  Mimmo75

Padelli ha acquistato 3 seggiolini, l’ho capita cosi’.

Mimmo75
Mimmo75
4 anni fa
Reply to  Mimmo75

Grazie per la risposta

Toro Club di Capri omaggia Bonucci: una bandiera granata per il figlio Lorenzo

Orgoglio Granata torna in tv: diretta questa sera, tra campo e calciomercato