Duecento persone a San Maurizio per il club. Cairo: “Dobbiamo fare bene”

0

Grande festa al Toro Club San Maurizio d’Opaglio per i suoi 55 anni: presenti Bremer e Ferigra. Cairo al telefono: “Alziamo l’asticella”

Giornata speciale per il Toro Club San Maurizio d’Opaglio, la piccola cittadina nel verbano-cusio-ossola vero e proprio feudo granata. Da 55 anni. Grandi festeggiamenti per tutti i membri del Toro Club “Neve Teofilo” (storico fondatore), che ha inglobato anche altri club limitrofi, spesso in cooperazione con questo, che tutte le domeniche in cui il Toro gioca in casa organizza un pullman per venire a vedere la squadra. Circa duecento erano le persone accorse per festeggiare, con degli ospiti speciali.

Toro Club San Maurizio d’Opaglio: Bremer e Ferigra tra gli ospiti

C’era il Torino fc, rappresentato dal dg Antonio Comi, da BremerFerigra. C’era Sergio Rampanti. C’era, via telefono, anche Urbano Cairo. Lunga la chiacchierata del presidente, rimasto legato al club che durante il ritiro di Omegna ha messo a disposizione persone e navette per permettere alla squadra allenata da Ventura di trovarsi nelle migliore condizioni possibili.

Abbiamo il compito di provarci” ha detto, con chiaro riferimento all’Europa League. “Dobbiamo fare bene” ha ribadito a più riprese. Poi, ha parlato di bilancio, di obiettivi a medio e lungo termine, che hanno fatto il paio con le dichiarazioni di Comi a proposito del Robaldo. Ma oltre alle parole, l’attenzione era davvero tutta per il club. E per quell’attaccamento al Toro davvero encomiabile.