Oggi si è tenuto il CdA della Fondazione Filadelfia: per il completamento dell’impianto servono ancora diversi milioni di euro

I lavori per la ricostruzione del Filadelfia stanno procedendo in maniera spedita e nei prossimi mesi lo storico impianto potrà tornare a vivere. Non però completamente. Per la realizzazione dei lotti 2 e 3 del progetto nelle casse della Fondazione servirebbe qualche milione di euro in più. Quest’oggi si è riunito il CdA della Fondazione Filadelfia e ha esaminato i dati della raccolta fondi iniziata quasi un anno fa, il 17 ottobre 2015. Da quella data, al 31 agosto sono stati circa 2.000 i donatori che hanno partecipato al crowdfunding donando in totale 228 mila euro a cui vanno aggiunti anche i 154 mila euro raccolti dalle intestazioni dei seggiolini della tribuna. In totale sono quindi stati reperiti circa 382 mila euro: una somma che però non basta neanche a coprire le spese per terminare i lavori del lotto numero 2.

Gli 8 milioni di euro versati nelle casse della Fondazione dal Comune di Torino (3.5 milioni), la Regione Piemonte (altri 3.5 milioni) e il Torino attraverso la Fondazione Mamma Cairo (1 milione) sono serviti per la realizzazione del lotto numero 1 del progetto, ovvero quello che riguarda la parte sportiva dell’impianto (i due campi, le tribune e il sistema antiveduta inserito in un secondo momento per volere dell’ex allenatore granata Ventura e del Torino). I fondi che la Fondazione sta ora cercando di reperire servono innanzi tutto per la completa realizzazione del lotto 2, che comprende la foresteria per i ragazzi delle giovanile, il cortile (che per il momento verrà lasciato grezzo), i “Piloni della Memoria” oltre che le varie finiture. Per la realizzazione di ciò servirebbero tra i 2 e 3 milioni di euro. Una volta terminato il reperimento dei fondi per il lotto 2, si passerà a quello per il lotto 3, che comprende la costruzione del museo.

Negli scorsi giorni il presidente della Fondazione Filadelfia, Cesare Salvadori, aveva fatto un appello, in particolare agli imprenditori, chiedendo di sostenere il lavoro fatto per ridare vita al Tempio granata. Un appello che si spera non cada nel vuoto per evitare che il nuovo Filadelfia resti un’opera a metà.


48 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
kurtz
kurtz
5 anni fa

Polémica surreale. Stop.

Peter-Noster
Peter-Noster
5 anni fa

19 settembre 2016 at 22:56, io invece non sopporto i tElebani, che siano tifosi o gobbi.

Peter-Noster
Peter-Noster
5 anni fa

Ma le donazioni per i seggiolini intestazioni sono solo una placca, i cornuti (tifosi donatori) stanno dall’altra parte con i paracqua o in kayak.

Filadelfia, l’appello di Salvadori: “Imprenditori, sostenete il nostro gioiello”

Filadelfia: montati i sostegni dell’impianto di illuminazione