Nel corso del CdA della Fondazione Filadelfia di ieri, il Toro ha espresso la volontà di ridurre la durata dell’affitto da 20 a 10 anni

Non più un accordo su una base ventennale ma la richiesta di un affitto per dieci anni: a inaugurazione del Filadelfia avvenuta, Cairo spiazza tutti, ad un passo dalla firma sul contratto che legherà la società granata al nuovo impianto. Il contratto tra Fondazione e Torino Fc non è che una bozza, al momento: rispetto però alle intenzioni espresse dallo stesso presidente qualche mese fa, allorché aveva parlato di un impegno di “20-30 anni, una concessione per poter utilizzare il Filadelfia, farlo rivivere, abbellirlo”, ora invece sembra che Cairo abbia cambiato idea. La proposta della società è di dieci anni: una differenza sostanziale che cambierebbe completamente i piani della Fondazione, che forte di un contratto ventennale avrebbe immediatamente acceso un mutuo per poter finalmente completare parte del secondo lotto (la foresteria) e il terzo lotto, quello del Museo. Con un ventennale a 250 mila euro l’anno (cifra, anche questa, sulla quale non c’è un accordo definitivo ma che rappresenta il valore dell’impianto dopo relativa perizia), la Fondazione avrebbe potuto contare su 5 milioni di euro, che avrebbero coperto quasi del tutto le spese per il completamento. Situazione molto diversa se invece si dovesse sottoscrivere un contratto di durata nettamente inferiore, i dieci anni richiesti ora dal presidente Cairo.

Un dietrofront che arriva quando sembrava invece imminente l’ingresso del Toro nel nuovo stadio, dopo il grande successo delle giornate inaugurali. Soprattutto perché l’intenzione è ancora quella di arrivare pronti al raduno di luglio, nei giorni che precederanno la partenza per il ritiro di Bormio. Il Cda, preso atto delle modifiche richieste dal Toro, trasmetterà le proprie contro deduzioni e attenderà novità dai granata. “Pagheremo l’affitto e con quello la Fondazione farà tutto quello che ancora manca per il completamento”, aveva aggiunto il presidente Cairo lo scorso 23 marzo, in occasione del raduno dei Toro Club, intervenendo telefonicamente. L’auspicio è che per il bene del Filadelfia il presidente rispetti la parola data.


214 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Giancarlo (Gianky1969)
Giancarlo (Gianky1969)(@gianky1969)
4 anni fa

La fiducia l’ha persa TUTTA strada facendo con le continue e reiterate bugie, pertanto quest’ultima vicenda segue la medesima linea di condotta di UC. Vedremo le successive dichiarazioni ma, personalmente e ad oggi, sono quasi certo che per il primo di luglio il trasloco non sarà effettuato, con buone possibilità… Leggi il resto »

Spakkalagobba, ma di brutto brutto brutto, neh?
Spakkalagobba, ma di brutto brutto brutto, neh?(@spakkalagobba)
4 anni fa

….I BORG SONO IN STAND-BY…. ? nei cubi è tutto un “anduma o anduma nen?????”

Tex Willer (...e odio-i-gobbi)
Tex Willer (...e odio-i-gobbi)(@odio-i-gobbi)
4 anni fa

Come pensavo stamattina, le notizie vanno confermate. Detto questo, però, il problema è che Cairo, in questi anni, troppo spesso ha fatto promesse che non ha mantenuto, che anche nel caso ne facesse una giusta, molti stenterebbero a credergli e molti altri non gli crederebbero proprio. Ora, magari si sta… Leggi il resto »

1969RG (cairo BOICOTTERÒ i tuoi core business)
1969RG (cairo BOICOTTERÒ i tuoi core business)(@1969rg)
4 anni fa

Complimenti Tex Willer.
Hai espresso con molta pacatezza un concetto che condivido.
Il mio nervo è talmente scoperto che lo userei come il nervo di bue verso quello Squallido.Indegno.Bugiardo.Avaro.Viscido.Illusionista.Ipocrita e Patteggiatore di reati.

Giancarlo (Gianky1969)
Giancarlo (Gianky1969)(@gianky1969)
4 anni fa

Anche si.

Filadelfia, Beccaria risponde al Toro: “Perché ora tutta questa fretta di firmare?”

Torino, il bilancio 2016: Filadelfia, un affare per tutti, mezzo milione per la Sisport!