La conferenza stampa dell’allenatore della Juventus, Massimiliano Allegri, alla vigilia del derby col Toro

Così Allegri presenta la gara di domani all’Allianz: “Il derby è sempre una partita importante, per noi e per loro. Per noi soprattutto, dobbiamo continuare questa scalata, il Bologna ha battuto l’Inter ed è davanti, dobbiamo riagguantarlo, soprattutto dobbiamo continuare con i punti fatti in campionato, bisogna incrementarli. Il cammino è lungo, la partita sarà complicata, il Toro ha buone qualità ed è aggressivo”.

Su Chiesa e Bonucci

“Chiesa ha fatto finalmente l’allenamento con la squadra, arrivava da giorni in cui aveva lavorato nulla o a parte. Difficilmente partirà dall’inizio, i giocatori che arrivano da inattività vanno gestiti, lui ha fatto due partite di seguito con Fiorentina e Nantes e l’ha un po’ pagata. Ma sta bene”. Su Bonucci: “Leo sta molto meglio, ha ripreso confidenza col campo pochi minuti a La Spezia e qualcosa in più in Francia, ha passato un lungo periodo di inattività sta bene ma momentaneamente sarà in panchina”.

Su Pogba

Pogba? Sta meglio, sarà convocato”, ha detto del francese. “Se c’è bisogno lo metteremo dentro, ha un buon minutaggio anche se non altissimo Non gioca da 135 giorni. Vlahovic sta bene, a parte Milik, Kaio, Miretti e Locatelli squalificati, gli altri stanno bene. Da ora in avanti bisognerà essere tutti pronti. Io con Paul ci parlo come parlo con tutti, deve capire che ha un pezzo di stagione per rimettersi in carreggiata, deve fare un buon finale di stagione e darci una mano”. Su Paredes: “Ha alternato buone prestazioni ad altre meno buone, ha giocato molto, è importante per noi e come tutti da qui alla fine dovrà dare una mano perché abbiamo obiettivi da raggiungere”.

“Quello che ho fatto con Vlahovic lo faccio con lui e con tutti e lo fa sempre il mio staff, per migliorare le sue caratteristiche. Nella mia carriera ho avuto giocatori che sono migliorati, Chiellini per esempio ha sempre lavorato per il suo sinistro e ci è riuscito allenandosi”.

Sul Torino

“Le squadre di Juric aggrediscono molto, danno pressioni, sono partite di grandi intensità, dobbiamo essere bravi a calarci in queste partite. Se pensiamo di scendere in campo in punta di piedi rischiamo di prenderle. Col Toro è sempre complicato giocare, bisogna portare gli episodi dalla nostra parte. Noi in campo dobbiamo fare i punti per rimanere nelle prime quattro. Il -15 non è roba nostra, la squadra ha fatto 47 punti in campo, lo siamo nelle prime quattro con una gara in meno. La partita col Toro è difficile”.

Una battuta sul nipote: “Vincere è una cosa bella e va vissuta nel migliore dei modi, il derby sarà combattuto, noi abbiamo rispetto del Toro perché ha buoni giocatori e una organizzazione data dall’allenatore”.

Sul -15

“La squadra lo ha superato, dopo la settimana di Bergamo in cui c’è stata la reazione post Napoli, la squadra si è assestata nelle difficoltà. I mini obiettivi, come raggiungere il Bologna, ci sono ma la squadra non deve perdere certezze rispetto ai punti che ha fatto. Sappiamo di dovere arrivare alla fine della stagione avendo fatto i punti che ci consentono di arrivare nei primi 4, al netto delle sanzioni e di quello che succederà. Abbiamo anche la semifinale di Coppa Italia, abbiamo gli ottavi di Europa League: più andiamo avanti e più riempiamo il calendario”.

Massimiliano Allegri
Massimiliano Allegri
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 27-02-2023


7 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Scimmionelli
Scimmionelli
21 giorni fa

allegria: quello che e’ scappato piantando la sposa ad aspettarlo in chiesa davanti all’altare perche’ si cacava sotto. Un uomo un programma…

Uomofalena
Uomofalena
21 giorni fa

Taci, piciu mol..

dadde
dadde
21 giorni fa

Voi avete rispetto del toro? E ci mancherebbe, chi non è marcio è sempre rispettato da tutti, voi fate ribrezzo .

Toro, per Chiffi è il primo derby della Mole: ecco il bilancio granata con il fischietto

Juric: “Giochiamo con la testa libera. Vorrei si accendesse l’amore per questa maglia”