Il tecnico del Torino, Ivan Juric, presenta in conferenza stampa il derby di domani sera contro la Juventus

È la vigilia del derby, l’allenatore del Torino, Ivan Juric, presenta in conferenza stampa la partita di domani contro la Juventus. “Abbiamo fatto una buona settimana, abbiamo recuperato qualche giocatore e alzato il livello di altri. Penso che siamo pronti per domani. A livello di organico, Torino e Juventus sono realtà diverse ma a volte vince chi ha più grinta, più entusiasmo e noi proveremo a fare questo. Di Maria in forma? Noi proveremo a limitarlo al massimo”.

L’atteggiamento della squadra

“Come atteggiamento noi da tutto l’anno siamo al massimo, l’unica cosa è che c’è qualche giocatore come Ilic che come condizione deve migliorare perché arriva da un infortunio non curato bene”.

I tifosi al Filadelfia

“Sorpreso dalla tata gente al Filadelfia? No, sorpreso no. Perché so quanto i tifosi del Torino possono dare. Ho letto anche una bellissima intervista di Berruto che spiega bene la situazione”.

Le condizioni di Ricci e Ilic

“Se ci saranno sorprese di formazione? No, niente grandi sorprese. Ricci ha fatto due allenamenti con noi, penso che possa entrare a partita in corso. Anche quando arrivi da un infortunio muscolare è meglio procedere per step, non voglio perderlo di nuovo. Ilic dovrebbe giocare, come detto arriva da un infortunio curato male, anche per colpa sua e la voglia di andare al Mondiale. Queste cose si pagano. A Verona a volte l’ho messo anche sulla trequarti, può fare tutto ma lo vedo meglio come centrocampista centrale. Adopo ci sta dando grandi soddisfazioni ma dobbiamo ancora decidere chi giocherà”.

Il desiderio

“Cosa desidererò stanotte? Il mio desiderio è vincere. I ragazzi devono stare sereni, è stata una viglia diversa, i tifosi hanno trasmesso emozioni forti. Questi sentimenti devono essere un qualcosa di positivo, non fonte di preoccupazioni. Io mi auguro che i giocatori entrino in campo liberi”.

I trequartisti

“Vlasic sicuramente domani non ci sarà, ha questo problema e nei prossimi giorni farà nuovi esami”.

“Miranchuk penso che stia facendo un buonissimo campionato, deve solo continuare così. Sono contento di quello che sta facendo”.

Su Schuurs e Bremer

“Se sono contento di Schuurs? Molto, penso che ci sia tanto lavoro da fare per farlo crescere ancora. Ha ancora grandi margini di miglioramento per farlo diventare più simile a Bremer. Ma sono stracontento di lui e della sua crescita, ha anche delle caratteristiche in cui è meglio di Bremer”.

Ancora sull’allenamento al Filadelfia

“Ieri è stata una giornata particolare per tutti, avevo la sensazione che non riuscivamo a crescere come società sul senso di apparenza. L’altro giorno i ragazzi si sono resi conto di cosa voglia giocare qua, adesso bisogna farli innamorare di questa maglia. Oggi li ho visto un po’ tesi, spero che domani siano liberi di testa”.

Su Rodriguez esterno

“Rodriguez sulla fascia? Vojvoda non lo vedo in calo, è sempre più o meno sui suoi livelli. Rodriguez comunque può essere una soluzione sulla fascia, ci penserò ancora domani mattina”.

Sui derby precedenti

“I derby li abbiamo fatti sempre bene, affrontandoli nel modo giusto. Sono sempre stati combattuti fino alla fine mettendoci anche quella volontà in più di ottenere di più da certe situazioni. Noi dobbiamo curare molto i dettagli”.

Su come i giocatori arrivano alla partita contro la Juventus

“Buongiorno questo derby lo sente molto, è diverso per lui. Ma io vorrei che ci fossero tanti giocatori che sentano la storia, la maglia. Buongiorno è nato così, ma anche Ricci o altri devono diventare così, come se fossero cresciuti nel nostro vivaio. Sentire la maglia è una di quelle cose che ti fa fare qualcosa in più”.

Sull’amore per il Toro e il Filadelfia

“Cosa mi ha colpito dell’intervista a Berruto? Si sente la bellezza della storia ma manca amore. Se si accende l’amore da parte di tutti, giocatori, società, tifosi, allora trovo quel Toro che volevo e per cui sono venuto. Quando sono arrivato ho trovato il Filadelfia in maniera vergognosa, poi adesso lo abbiamo un po’ migliorato. Vorrei che questo amore lo sentissero tutti e questo amore è quello che porta anche i giocatori a voler restare, rinnovare il contratto”.

“E’ come se fossimo in un limbo, che si aspettasse sempre questa energia positiva. Noi stiamo facendo tantissimo per far crescere il livello di appartenenza con i giocatori giovani che arrivano. Ma facciamo tanto anche per far sì che i giocatori si sentano amati”.

“Mi farebbe piacere farvi vedere com’era il Filadelfia un anno e mezzo fa, era da vergognarsi, arrivava Brekalo e diceva “veramente ci alleniamo qua?”. Qui c’è una storia unica, che neanche io conosco fino in fondo ma che anche i ragazzi vorrei che conoscessero”.

Ivan Juric
Ivan Juric
TAG:
conferenze stampa home

ultimo aggiornamento: 27-02-2023


76 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
marco ruda
marco ruda
20 giorni fa

Grazie Juric che hai il coraggio di raccontarci la realta’ di questa pseudo societa farlocca.Non ci abbandonare in balia di tdc

ardi06
ardi06
20 giorni fa

Tutto parte dall’apice, se al presidente non frega un caxxo della società, figuriamoci ai giocatori che già solo guardando nel vuoto per cercare di vedere le infrastrutture che non ci sono si mettono le mani nei capelli, quando firmano lo fanno nel tinello anni 70 di una sede in affitto,… Leggi il resto »

Fedelegranata
Fedelegranata
20 giorni fa

Posso credere in Buongiorno . Gli altri sono solo mercenari che non sanno manco dove si trovano. Juric evita di dire cazzate vere per Noi e manco x te. F.V.C.G Sempre .

Allegri: “Sarà un derby complicato. Pogba sarà convocato, Chiesa sta bene”

La probabile formazione del Torino: Ilic dal 1′, Karamoh favorito su Radonjic