La conferenza stampa di Allegri alla vigilia del derby tra Juventus e Torino in programma domani sera alle 20.45 allo Stadium

Anche Max Allegri ha presentato la sfida tra Juventus e Torino in programma domani: “Il derby è sempre una partita speciale, una stracittadina, giochiamo con un Torino che ha un’anima Toro. Bravissimo Juric a riportare le caratteristiche, il dna della squadra, della storia del Torino. Giochiamo in casa, domani quello che mi hanno detto è che ci sarà sold out per quello che potrà esserci, il 50%. Avremo bisogno anche di loro. Partita complicata, la terza contro squadre che giocano allo stesso modo. Speriamo di aver imparato qualcosa”. A chi gli chiede di Bremer, accostato tra le altre anche alla Juventus, risponde: “Non mi fate dare i giudizi sugli altri giocatori, Capello mi portò l’esempio di un giocatore che quando andò ad allenare il Real Madrid non gli piaceva. Era Redondo. Con lui giocò sempre. I giocatori vanno allenati, altrimenti è un giudizio superficiale”.

Allegri sulla formazione

Sulla possibilità di vedere il tridente con Dybala, Vlahovic e Morata e sul resto delle scelte: “Non so ancora se schiererò i 3 davanti. Non ci sarà Bonucci per un affaticamento, Bernardeschi non è ancora pronto perché ha quest’infiammazione all’adduttore, un po’ sul pube e non possiamo rischiarlo. Chiellini e Chiesa out, Danilo è squalificato. Rugani-De Ligt centrali? Potrebbe, sì”. Su Cuadrado: “Domani gioca terzino, a destra”. Su Kean: “Sta meglio e valuterò se giocare con i tre davanti o con orata sta bene. Kean è un giocatore importante soprattutto in questo momento in cui abbiamo bisogno di tutti”.

Sui dubbi a centrocampo: “Uno tra Zakaria e McKennie e uno tra Arthur e Locatelli”.

“Sanabria o Belotti? Chiedete a Juric”

Ancora sul Toro: “Se mi aspetto Sanabria o Belotti? Chiedetelo a Juric“. In generale sul derby: “I derby non sono mai sbilanciati. Il Torino gioca i derby con il cuore. Per noi sarà una partita difficile perché loro vengono da due sconfitte ci vorrà una bella prestazione per preparare al meglio la partita di martedi”.

Allegri sul percorso della Juventus

Allegri ritorna poi alla sfida con l’Atalanta: “La squadra stava facendo bene, abbiamo preso gol su una palla dove potevamo fare bene noi. Loro hanno fatto un gol meraviglioso, ma guardiamo il bicchiere mezzo pieno: giocare con l’Atalanta non è semplice, un buon punto, siamo davanti con una partita in più. Fa parte del percorso, serve un tot di punti per arrivare tra le prime quattro. Alla fine era più persa che vinta, questo però non ci deve accontentare, bisogna essere arrabbiati. Il pari con l’Atalanta diventa un risultato buono, ottimo, se domani riusciamo a vincere il derby. La cosa strana del calcio è che quando fai un pareggio sembra che tu abbia perso i punti, ma l’obiettivo alla fine è sommare tutti i punti della stagione. Bastava aver pareggiato due partite, con Empoli e Sassuolo, avevi 2 punti in più e la classifica era diversa. Non puoi sempre vincere, ci piacerebbe ma è difficile. I punti non sono mai da buttare”: 

Massimiliano Allegri
Massimiliano Allegri

TAG:
home

ultimo aggiornamento: 17-02-2022


6 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
T
T
3 mesi fa

Gobbo maledetto!

thethaiman
thethaiman
3 mesi fa

Un miracolato, a Ferrara con lui ho visto una delle Spal più brutte di sempre.

tore110
tore110
3 mesi fa

Questo è riuscito a perdere una Champions che aveva già intasca …. e l’hanno pure richiamato . Sta sulle balle anche a tantissimi gobbi

ardi06
ardi06
3 mesi fa
Reply to  tore110

😅😄😄

Bremer guarda avanti: “Derby partita della vita, dobbiamo andare là cattivi”

Juric: “Belotti può giocare dal 1′. Ambiente? C’è un grande tifo, ma lo stadio è vuoto”