Ballardini: “A un mese dalla fine il Genoa era salvo: sembrava impensabile” / VIDEO

1

Le parole del tecnico del Genoa Davide Ballardini. Il tecnico commenta la sconfitta dei rossoblu alla 38^ giornata di Serie A

Ha concluso con una sconfitta davanti ai propri tifosi contro il Torino, il Genoa di Davide Ballardini. Il tecnico ha commentato nel dopogara l’1-2 maturato a Marassi: “Il Genoa ad un mese dalla fine del campionato ha raggiunto il suo obiettivo, ciò era impensabile a metà novembre, perché la situazione è complicata”. Poi, un giudizio su Perin, probabilmente all’ultima uscita con la maglia del Genoa: “E’ tra i quattro migliori al mondo, è un estremo difensore da grande squadre. Perin ha delle qualità importantissime che vada in una squadra, piuttosto che in un altra riuscirà a dimostrare quanto vale in settimana”. Poi, ancora sul Genoa: “Con quattro o cinque giocatori in più noi riusciamo a completare una rosa composta da ragazzi per bene, con qualità importanti. I vantaggi iniziando da inizio campionato è la condivisione delle scelte con la società e la possibilità di avere due mesi per visionare la squadra e capire meglio su chi puntare durante il campionato”.

Ballardini sul suo Genoa: “Nelle ultime quattro ci siamo sgonfiati”

Ballardini prosegue in conferenza stampa, commentando le ultime quattro sconfitte: “E’ vero, dopo tanto rincorrere e tanta sofferenza e tanta tensione ci siamo un po’ sgonfiati. Ci sono venute meno le prerogative per vincere partite in modo straordinario. E quando c’è
un calo di tensione la nostra diventa una squadra fragile con poca personalità. Le ultime quattro gare ci hanno dato la possibilità di avere una idea chiara su alcuni giocatori“. Infine un commento sul ritorno di Criscito: “E’ un messaggio forte per tutti: è il segno che vogliamo fare meglio il prossimo anno. Arriva Mimmo che è un giocatore molto importante, è un segnale forte per tutti noi, per l’ambiente, l’allenatore e i giocatori che vedono che vogliamo migliorarci. Il messaggio è forte. Poi per metter su forza servono 4 o 5 giocatori. Dove? In difesa, centrocampo e attacco: un giocatore per reparto”.

più nuovi più vecchi
Notificami
T
Utente
T

Leggendo le parole su Perin, sulle prime pensavo stessero intervistando il suo procuratore…