Le parole di Belotti dopo Inter-Torino 2-2: “Mazzarri nello spogliatoio ci ha detto di essere più aggressivi”

nostro inviato a Milano – Ha guidato la rimonta, segnando il primo gol e mostrando come tutto il Toro un atteggiamento nel secondo tempo ben diverso dal precedente. Primo centro in campionato per il Gallo Belotti, che spiega la differenza tra i due tempi e quanto accaduto nell’intervallo di Inter-Torino. “Nel primo tempo sembravamo una squadra disunita, abbiamo avuto un po’ di timore e si sa che squadra è l’Inter. Siamo rientrati nello spogliatoio e il mister ha fatto gli accorgimenti”, ha spiegato l’attaccante.“Ci ha detto di essere più aggressivi e di salire con il baricentro della squadra e penso che nel secondo tempo si sia visto ed è per questo  che abbiamo trovato il pareggio”. Dal 2-0 al 2-2, con rammarico per non aver colto addirittura i tre punti: “Qualche occasione l’abbiamo anche avuta per vincere la partita, però siamo sempre a San Siro contro una squadra come l’Inter, quindi portiamo via questo pareggio, sapendo che possiamo fare bene”, ammette Belotti. Che aggiunge: “Tutte le squadre che ci verranno ad affrontare sapranno che il Toro è quello che si è visto nel secondo tempo”.

Torino, Belotti sull’Europa: “Pensiamo partita dopo partita”

Un Toro che può ambire alla qualificazione europea? “È ancora presto per dirlo. Noi conosciamo le nostre qualità: sappiamo dove dobbiamo migliorare e dove siamo forti. Pensiamo partita dopo partita”. Inter-Torino era anche Icardi contro Belotti: “Icardi è un attaccante che ha fatto almeno 20 gol ogni anno”, ammette Belotti. “San Siro mi porta bene tranne che con la Nazionale. L’importante è però che la squadra porti a casa
qualche punto, sia che io segni o meno”. 


2 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Cup
Cup
3 anni fa

L’obiettivo è l’Europa, anche se non lo si vuole dire per scaramanzia. Le prossime due gare richiedono 6 punti.

Peterpann
Peterpann
3 anni fa

Bravo Gallo. MAI fare previsioni, portano sfiga. Per riempirsi la bocca con le parole, nei dintorni di Torino mi pare di ricordare che vi è una squadra pronta ad accogliere tutti i frustrati da Europa che esistono in Itaglia.

Torino, Meité: “Questa squadra ha carattere: possiamo crescere ancora”

Le pagelle di Inter-Torino 2-2: Falque il migliore, che personalità Aina